3 Piante belle e resistenti che possono essere coltivate in una Bottiglia

Tutte le piante hanno bisogno di acqua per crescere, ma non tutte hanno bisogno di terriccio. Non è solo il terreno che dà vita ad una pianta ma è l’acqua e le sostanze nutritive che vi sono contenute.

Tutto dipende dal tipo di pianta che vuoi coltivare. Le piante tropicali, almeno quelle che hanno radici corte, staranno più che bene in acqua.

Hai mai provato a coltivare piante e fiori in bottiglia? Se hai poco spazio, esistono almeno tre piante che fanno al caso tuo.

Vediamo insieme quali sono le piante che possono essere coltivate in bottiglia e come curarle al meglio.

Pothos

Il pothos può vivere in un contenitore pieno d’acqua, in questo caso la nostra bottiglia, per tutta la vita. Se ne avrai cura con pochi accorgimenti, vivrà dai cinque a dieci anni.

Non è difficile iniziare a coltivare il pothos in acqua. Devi solo tagliare un rametto di pochi centimetri e metterlo in acqua. Le radici spunteranno dai lati del gambo dopo pochissimo tempo.

Mantieni pulita la bottiglia, evitando che si formino delle alghe. Le alghe e altri microrganismi possono uccidere il tuo pothos. Cerca di cambiare l’acqua in bottiglia almeno una volta a settimana.

Posiziona la bottiglia in una zona luminosa ma non al sole diretto. I pothos si adattano facilmente anche in stanze senza molta luce .

Fai attenzione a non far scendere troppo il livello dell’acqua. Lasciare le radici del tuo pothos a secco potrebbe danneggiarlo.

Singonium

Vista la rapidità con cui si propaga in acqua, il singonium, è una pianta che si presta bene per essere coltivata in bottiglia. Ama molto l’umidità e questo la rende perfetta per restare in bottiglia anche dopo la semplice propagazione.

Il periodo più adatto per iniziare a coltivarlo in bottiglia è quello primaverile. Durante la primavera il singonio si presta bene alla propagazione.

Non dovrai fare altro che tagliare, con un coltello ben disinfettato, uno stelo di circa 15 o 20 cm. Stacca le foglie più basse, quelle vicino al taglio che hai fatto.

Scegli la tua bottiglia e mettilo a bagno. Il singonium è una pianta un po’ pigra. Potrebbe metterci dalle 3 alle 5 settimane per radicare.

Assicurati di offrirgli le condizioni giuste: un luogo luminoso, ma non al sole diretto, una temperatura mite e acqua pulita almeno una volta a settimana.

Monstera

La Monstera Deliciosa è una delle piante d’appartamento più comuni sia perché richiede poche cure, sia perché le sue foglie bucate rendono l’ambiente elegante e di classe.

Si tratta di una pianta che cresce principalmente nelle foreste tropicali. Per questo ama l’acqua e l’umidità, ed è perfetta per la nostra bottiglia perché può essere propagata facilmente.

Scegli una pianta adulta, di almeno 1 anno. Taglia, con un coltello disinfettato, appena sotto l’attaccatura della foglia, un ramo di almeno 10 cm.

Uno stelo con più foglie ha maggiori possibilità di mettere radici in acqua.

Prima di mettere in bottiglia il tuo ramo, assicurati che il taglio sia asciutto, quindi lascialo in un luogo fresco per qualche giorno.

A questo punto è pronto per essere messo in bottiglia. Posiziona la bottiglia vicino una finestra. La tua Monstera lo apprezzerà, soprattutto mentre le nuove radici cresco in acqua.

Se utilizzi una bottiglia trasparente, meglio una in vetro, potrai vedere le piccole radici che man mano si allungano in acqua. Dopo qualche settimana dovrebbero spuntare le prime nuove foglioline.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.