Come coltivare il Pothos in acqua

Il Pothos (Epipremnum aureum) è una pianta da appartamento con splendide foglie verdi a forma di cuore.

La varietà di pothos più comune, il golden pothos, ha sfumature dorate e crema che la rendono una pianta d’appartamento semplice ma eccezionale.

Ma lo sapevi che il Pothos oltre ad essere una delle piante d’appartamento più facili da moltiplicare, può anche crescere in acqua?

Sì, hai letto bene. Anche se non hai il pollice verde, puoi facilmente coltivare in acqua i tuoi pothos.

Scopriamo insieme come si fa!

Perché coltivare in acqua?

Il pothos è felice nel terreno, poiché le condizioni sono perfette.

Ma quando lo coltivi nel terreno devi innaffiarlo quando ne ha bisogno, scegliere il posto giusto e capire di cosa ha bisogno.

Se invece coltivi la tua pianta in barattoli di vetro pieni d’acqua, non avrai bisogno di annaffiature, fertilizzanti speciali o fori di drenaggio.

Ricorda che in questo caso la pianta non ha bisogno del terreno per crescere sana: cresce facilmente in acqua finché dai loro sufficiente luce solare e sostanze nutritive.

Prendi una talea di pothos

Per iniziare a coltivare il pothos in acqua puoi ricavarne delle talee (ovvero dei ritagli di almeno 15 cm di stelo) dalla tua pianta grande di pothos piantata in terreno.

Prendi una talea tagliando proprio sotto ad un nodo fogliare e tagliala assicurandoti che lo stelo abbia più di un nodo: da ogni nodo spunteranno delle radici, quindi più nodi ci sono sullo stelo e meglio è.

Rimuovi alcune delle foglie inferiori: questo è fondamentale per evitare che le foglie marciscano sott’acqua.

Metti la talea in un vaso pieno di acqua pulita e assicurati che almeno uno o due nodi delle talee di pothos siano immersi nell’acqua.

Quanto tempo impiegano a radicarsi nell’acqua?

Posiziona il vaso alla luce solare indiretta della tua casa. Nuove radici germoglieranno dai nodi immersi nell’acqua dopo circa 7-14 giorni.

A questo punto hai due scelte: puoi mettere la talea nel terreno una volta che le radici della tua pianta sono lunghe almeno 3-4 centimetri, oppure puoi lasciarla crescere in acqua.

Se decidi di lasciar crescere il pothos in acqua, scegli un fertilizzante liquido di buona qualità per nutrire la tua pianta.

Assicurati di concimare la tua pianta di pothos che cresce in acqua ogni 4-6 settimane.

Posiziona i tuoi pothos in acqua davanti alla finestra esposta a nord e usa le tende per filtrare la luce del sole.

Inoltre, assicurati di cambiare l’acqua ogni due settimane per assicurarti che la tua pianta rimanga fresca.

Come mantenere in vita il pothos

Non puoi semplicemente mettere le talee nell’acqua, dimenticarle per mesi e aspettarti che rimangano in vita.

Ci sono delle semplici regole da rispettare: per prima cosa assicurati di cambiare l’acqua nei contenitori ogni tanto e aggiungi nuova acqua se necessario.

L’acqua alla fine perde ossigeno e le radici dei tuoi pothos hanno bisogno di ossigeno per sopravvivere.

Usa un fertilizzante liquido di qualità per nutrire la tua pianta. Puoi anche usare una miscela di concime e acqua (usando poche gocce di fertilizzante liquido).

Mantieni puliti i tuoi barattoli: se hai scelto un contenitore di vetro e vedi crescere delle alghe, rimuovi immediatamente la pianta e lava il barattolo prima di rimetterla al suo interno.

Le piante di Pothos possono crescere nell’acqua del rubinetto, ma se è piena di cloro o di calcare, usa acqua filtrata o, al massimo, lascia il barattolo con l’acqua appena presa fuori per almeno 24 ore in un contenitore aperto.

È meglio coltivare in acqua o nel terreno?

Beh, dipende. Se stai dando alla tua pianta tante sostanze nutritive in acqua, dovrebbe effettivamente crescere più velocemente in acqua.

Sappiamo già che il pothos può sopravvivere in acqua, ma una pianta che hai coltivato nel terreno sopravviverà quando proverai a coltivarla in acqua?

In breve, sì, anche se potrebbe volerci un po’ di tempo per adattarsi.

È meglio moltiplicare nuove piante di pothos in acqua e lasciarle crescere in acqua per sempre invece di trapiantare in terreno una pianta che è nata in acqua.

Ma non preoccuparti, hai avuto modo di vedere che il tuo pothos alla fine sopravvive bene lo stesso!

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.