Se la Sansevieria ha i Sassolini in vaso ti spiego perché non vanno bene

Sapevi che anche se sono belle da vedere le piante grasse come la Sansevieria possono essere danneggiate dai sassolini ornamentali che spesso sono disposti sulla superficie del terriccio di cui sono dotate?

Le ritroviamo nei grandi supermercati in composizioni già strutturate, rese ancor più appetibili da sassolini colorati disporsi alla base.

È opportuno sapere sia la funzione dei sassolini ma anche i pericoli che la sansevieria corre quando ne son dotate.

Vediamo insieme perché i sassolini sul terriccio non fanno bene alla sansevieria in esso piantata.

Perché generalmente si usano i sassolini?

Generalmente i sassolini in vasi di succulente vengono spesso utilizzati come ornamento puramente estetico anche se pochi sanno che la loro funzione ha una valenza spesso tutt’altro che estetica.

Sono ottimi per pacciamare, creare cioè uno strato isolante che possa proteggere il colletto della pianta, trattenere il calore e quindi fungere da isolante termico durante i mesi freddi.

Possono inoltre, se mescolati alla terra, favorire il drenaggio conferendo al terriccio una componente grossolana tale da far drenare i liquidi ed evitar marciumi.

Trattengono troppa umidità

Proprio per l’utilizzo che vien fatto di questi materiali grossolani spesso in contrapposizione con le esigenze della sansevieria, quest’ultima può risentire di un’umidità eccessiva nella terra.

Un terriccio completamente ricoperto da sassolini ornamentali è dotato di una barriera termica, di uno strato che non lascia evaporare l’umidità contribuendo ad un tasso umido tanto alto e controproducente per la sansevieria che di certo non ne ha affatto bisogno.

Non lasciano arieggiare il terriccio

Uno strato di sassolini sulla superficie del terriccio letteralmente soffoca il terriccio, non consentendo il ricambio d’aria opportuno a che il terriccio possa ossigenarsi adeguatamente.

È una regola aurea quella di dotare la sansevieria di un terriccio estremamente arieggiato e leggero soprattutto ed i sassolini non fanno altro che impedire l’areazione.

Possono incentivare la proliferazione di alghe o funghi

È vero che impediscono la formazione di erbacce e per questo proteggono la pianta dalla presenza di vegetali altri ma la loro capacità di isolante non fa altro che consentire la formazione nel sottosuolo di elementi estranei che impoveriscono il terriccio.

Stiamo parlando di alghe e funghi che proliferano in un ambiente fresco e umido, proprio quello favorito dallo strato di sassolini ornamentali lasciati intorno alla sansevieria.


Photo Credits:

Le immagini presenti in questo articolo sono di proprietà di Meraki s.r.l.s.

Giuseppe Iozzi
Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.