Se il tuo Singonium ha una chioma poco folta ecco le cause

Le belle foglie del singoniun sono una gioia per gli occhi, soprattutto quando stanno ad infoltire la chioma.

C’è qualcosa che posso fare per vedere la chioma del singonium pieno di foglie? Senz’altro ci sono una serie di esigenze che il singonium ha e vanno rispettate.

Ti spiego quali sono e in che modo avere tante belle foglie variegate sul singonium.

Tanta, tanta umidità

Sai che il singonio ama particolarmente l’umidità? L’ama così tanto che spesso è la pianta prediletta per i terrari, ambienti chiusi e molto umidi nei quali si lasciano crescere piante di piccole dimensioni.

Per questo motivi sarebbe bene che il singonio riceva una buona dose di umidità se vogliamo vedere la sua chioma folta e piena di vigore.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Puoi assicurargli l’umidità di cui ha bisogno in molti modi semplici. Innanzitutto, comincia con lo scegliere la stanza più umida della casa, come il bagno o la cucina, luoghi pieni di vapori.

Puoi posizionare il vaso del tuo singonium su di un sottovaso con ciottoli e acqua, un trucco utile poiché l’acqua che evapora dal sottovaso circonda la chioma sovrastante, innalzando il livello di umidità.

Nebulizza la chioma più volte al giorno con uno spruzzino, utilizzando acqua non troppo calcarea.

Potalo nel modo giusto

Una potatura è un accorgimento preciso e puntuale per rendere più folta la chioma del tuo singonium.

Puoi procedere potando i rami allungati e con le foglie secche o danneggiate donando così alla pianta un aspetto omogeneo e ordinato.

Puoi farlo al momento del rinvaso, almeno una volta l’anno.

Hai concimato?

Se il terriccio del tuo singonium comincia ad impoverirsi non puoi aspettarti che produca più foglie poiché non ne ha di certo le forze.

Ha bisogno di una maggiore quantità di azoto, principale responsabile della cura delle parti verdi della pianta e della crescita delle foglie.

Puoi fornirlo al singoniun realizzando concimi fai da te con fondi di caffè, ricchi di azoto o servendoti di concimi NPK con percentuali di azoto più elevate, ripetendo la somministrazione una volta al mese.

Nel caso di fertilizzanti di natura chimica, ricorda di diluirli sempre oltre le dosi indicate per evitare di bruciare le radici alla somministrazione.

Che tipo di luce riceve?

Devi assicurarti che il tuo singonium si trovi in una zona della casa molto luminosa: ha bisogno di una luce brillante ma indiretta, quindi tienilo al sicuro dai raggi diretti del sole.

Scegli una stanza che sia maggiormente vissuta e che quindi oltre ad essere esposta a sud o ad est, possa anche avere le finestre aperte per la maggior parte delle ore del giorno, così che possa entrarvi la luce.

In questo modo il singonium non esiterà a prosperare avendo a disposizione, grazie alla luce, tutta l’energia di cui ha bisogno.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.