8+1 “aiutini” per migliorare la Fioritura delle Rose

Chi ama le piante, prima o poi, si cimenta nella coltivazione della pianta da fiori per eccellenza: la rosa.

Che sia a terra in giardino o in vaso sul balcone o in terrazza, la rosa è una pianta dalle molte varietà e che possiede spesso caratteristiche diverse.

In generale, però, la pianta può essere aiutata a fiorire con alcuni piccoli “aiutini” o trucchi, semplicissimi e molto efficaci.

Scopriamo insieme quali sono.

Bucce di banana

Tra i concimi naturali più celebri e utilizzati, le bucce di banana sono una sostanza organica ricca di potassio, elemento fondamentale per aiutate le rose, così come molte altre piante, a fiorire.

Dovete semplicemente rompere le bucce in piccoli pezzettini rettangolari e spargerli sul terreno. Col tempo, questi si degraderanno liberando le sostanze nutritive in essi contenuti.

Fertilizzante specifico

Per favorire una fioritura lunga e abbondante non c’è niente di meglio dell’utilizzo di un fertilizzante specifico.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

In particolare, per le rose, il concime adatto a questa pianta è a base di guano, ricco tra le diverse sostanze anche di magnesio e azoto che favoriscono la crescita vegetativa e lo sviluppo di nuovi boccioli.

Innaffiare solo il terreno

Volete stimolare la fioritura ed evitare che la pianta presenti problematiche varie? Quando innaffiate, limitatevi a bagnare il solo terreno, evitando di inumidire foglie e fiori.

Quando, infatti, le gocce d’acqua ristagnano tra le foglie della rosa, potrebbe dar luogo a marciume o allo sviluppo di infezioni o malattie.

Attenzione: anche se innaffiate nel modo giusto, fate sempre attenzione alle quantità. Troppa acqua potrebbe, infatti, danneggiare le radici di questa pianta.

Potatura primaverile

Potate all’inizio di ogni primavera per permettere lo sviluppo di nuovi rami e, di conseguenza, la comparsa di nuovi boccioli e fiori.

Importante è rimuovere quei rami che appaiono eccessivamente lunghi, secchi e che sbilanciano la pianta facendola pendere troppo da un lato o dall’altro.

Per la potatura, ricorrete a delle cesoie ben sterilizzate: cliccate qui per scoprire il metodo corretto di pulizia.

Ispezione” settimanale

Tenere sotto controllo lo stato della vostra pianta di rose è importante per accorgervi in tempo di eventuali problematiche o malattie che possono presentarsi.

Se notate delle macchie, ad esempio, potrebbe trattarsi di una malattia funginea.

In altri casi, invece, potreste notare la presenza di parassiti o insetti che hanno attaccato la pianta infestandola. Qui trovate alcuni rimedi efficaci.

Agire tempestivamente è fondamentale per permettere alla pianta di riprendersi e fiorire nella stagione calda.

Leggete qui per trovare una lista dei problemi che la vostra pianta di rose potrebbe presentare.

6 ore di luce

In molti sottovalutano l’importanza che la giusta esposizione ha sulla rosa.

Essenziale affinché questa pianta possa fiorire sono almeno 6 ore di luce al giorno. Quella ottimale è la luce diretta anche se esistono varietà di rose che amano un diverso tipo di esposizione solare.

Gusci d’uova

Un altro trucchetto per fioriture abbondanti è la somministrazione di… gusci d’uova!

Anche questi, infatti, sono ricchi di sostanze nutritive.

Vi basterà sbriciolarli, spargerli sul terreno e, nell’arco di qualche settimana, noterete già che la pianta appare più sana e fiorita.

Cura delle radici

Le radici, pur essendo la parte “nascosta“, giocano un ruolo fondamentale nel benessere complessivo della pianta.

Prendetevene cura evitando i ristagni d’acqua causati da eccessive innaffiature o dal lasciare eventuali sottovasi pieni di acqua.

Inoltre, quando rinvasate la vostra rosa, date sempre uno sguardo alle radici per verificare che siano sane e non stiano marcendo.

Scoprite qui quali sono i segreti per prendersi cura in modo ottimale di questa pianta quando tenuta in vaso.

Fondi di caffè

Il trucchetto forse più famoso per rafforzare non solo la rosa, ma anche molte altre piante, soprattutto quelle acidofile: i fondi di caffè.

Sbriciolateli e spargeteli sul terreno. Grazie all’alto contenuto di azoto, renderete la pianta più forte e pronta ad affrontare il periodo della fioritura.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".