Tulipani recisi: come curarli per farli durare più a lungo

Una composizione di bellissimi tulipani freschi sono sinonimo di primavera.

I tulipani vengono spesso usati come fiori recisi: semplicemente messi in un vaso con dell’acqua colorano la tua casa.

Possono durare anche per due settimane dopo che sono stati tagliati, se sai come prendertene cura correttamente.

Per prima cosa è importante scegliere fioriture fresche per prolungarne la bellezza ma ci sono altri metodi che faranno durare i tuoi tulipani per più giorni.

Ho provato a darti tutti i consigli utili per mantenere i tulipani recisi freschi in modo che durino il più a lungo possibile.

Quali tulipani scegliere

Quando pensiamo ad una composizione di fiori recisi, pensiamo a fiori già sbocciati e completamente aperti.

Ma non è questo il nostro caso: se scegli dei tulipani recisi già sbocciati, dureranno solo qualche giorno prima di appassire.

Ma, poiché vorrai tenere in un vaso i tuoi tulipani per più tempo possibile, è meglio scegliere dei fiori ancora chiusi.

In questo modo, il fiore si aprirà lentamente col passare dei giorni e tu potrai goderti i fiori per più tempo.

E poi, ammettiamolo, i tulipani sono meravigliosi anche quando sono chiusi a bocciolo.

Cosa fare appena porti i tulipani a casa

Quando vai via dal vivaio con i tuoi tulipani, assicurati che gli steli, o almeno la loro parte inferiore all’altezza del taglio, siano coperti.

Questo perché mentre porti i tuoi fiori a casa, gli steli non sono in acqua e potrebbero iniziare a seccare. Avvolgili con della carta, se ti sono stati venduti senza.

Appena torni a casa taglia lo stelo di uno o due centimetri circa prima di metterli in acqua, così rimuoverai la parte dello stelo che, eventualmente, aveva iniziato a seccarsi.

Puoi togliere anche le foglie che, mettendo i tulipani in un vaso pieno d’acqua, verrebbero completamente immerse.

Meglio toglierle perché potrebbero iniziare a marcire e far appassire anche tutta la composizione.

Il vaso giusto

Anche la scelta del vaso può aiutarti. Non scegliere un vaso troppo basso perché i gambi dei tuoi tulipani potrebbero piegarsi in avanti per il peso del fiore.

Il vaso giusto è quello che arriva almeno a metà dello stelo, in modo che i tuoi tulipani restino dritti nel vaso.

Fondamentale è anche che il vaso sia pulito prima che tu inserisca i tuoi tulipani recisi: se ci sono residui di qualsiasi tipo, i tuoi fiori potrebbero assorbire batteri e marcire prima del tempo.

Inoltre assicurati di disporli separati l’uno dall’altro, se li posizioni uno sull’altro questo potrebbe portare alla perdita di foglie perché gli steli si schiacceranno.

Infine, riempi il vaso con acqua fresca, l’acqua tiepida o calda può rendere molli gli steli.

Altri consigli utili

I tulipani assorbono molta acqua, quindi fai attenzione che non sia mai troppo poca l’acqua nel vaso e aggiungine altra se ce n’è bisogno.

Inoltre, i vivai potrebbero avere del conservante per fiori recisi, questo farà durare i tuoi fiori più a lungo.

Ma un’alternativa al conservante può essere aggiungere un po’ di concime liquido nell’acqua del vaso in modo che i tuoi tulipani restino sani e rigogliosi.

Infine fai attenzione a dove posizioni il tuo vaso: tieni il vaso lontano dal sole.

Scegli un angolo della casa che non diventi troppo caldo e soleggiato. Altrimenti, i tulipani appassiranno con il caldo.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Fermamente convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Di cosa parlo? Delle piante, ovviamente.