Yucca: come coltivarla come pianta d’appartamento

La Yucca è un genere composto da decine di piante, arbusti e alberi perenni, ma solo pochi vengono coltivati come piante d’appartamento.

A volte confuse con il genere Dracaena dall’aspetto simile, le yucca sono piante d’appartamento interessanti che hanno il vantaggio di essere estremamente resistenti alla siccità.

Anzi, se uccidi una yucca, probabilmente è a causa dell’eccessiva annaffiatura. Le piante di yucca sono piante a crescita relativamente lenta che richiedono il rinvaso solo ogni due o tre anni.

Scopriamo insieme come coltivare la yucca nel modo giusto!

Attenzione: le specie Yucca contengono nelle foglie sostanze chimiche che possono causare irritazione intestinale se ingerite. La pianta ha un sapore piuttosto amaro, quindi è raro che cani e gatti la mangino in quantità pericolose, ma è necessario fare attenzione.

Caratteristiche

Troverai qui elencate le caratteristiche della yucca, a partire dalle varietà più comuni e più conosciute, fino alle informazioni sulla fioritura.

Varietà

Ci sono più di 40 specie nel genere Yucca, ma solo due varietà vengono coltivate regolarmente al chiuso.

Nelle aree desertiche, come gli Stati Uniti sudorientali, le yucca sono piante da esterno comuni, dove raggiungono la loro piena dimensione.

Al chiuso, tuttavia, le persone tendono a coltivare solo due specie:

  • Yucca elephantipes: questa pianta cresce da una base bulbosa con foglie lunghe a forma di lancia. Gli esemplari maturi crescono in piccoli alberi ramificati con tronchi nudi sormontati da rosette a spirale di foglie arcuate. Questa è la specie più comune da coltivare come pianta d’appartamento.
  • Yucca aloifolia: questa pianta presenta foglie rigide che terminano con punte acuminate. Le foglie sono lunghe fino a 50 centimetri e possono essere molto affilate. Non è una pianta ideale se hai in casa bambini piccoli.

Esposizione

La pianta di Yucca prospera in piena luce solare, quindi sono perfette per le finestre esposte ad ovest dove arrivano i raggi solari per molte ore.

Crescono bene anche con una luce luminosa e indiretta.

La crescita della yucca in condizioni di poca luce porterà ad una crescita più sottile.

Tuttavia, una yucca cresciuta in un punto più ombreggiato crescerà più lentamente, il che potrebbe essere un vantaggio, visto che non vorrai trovarti con una yucca troppo alta in casa.

Fioritura

È molto difficile far fiorire la yucca, soprattutto se la coltivi in casa.

Per fiorire ha bisogno infatti di sole diretto che ottiene solo se viene coltivata all’aperto.

I fiori nascono dalla parte centrale della pianta: cresce uno stelo semi-lignificato con un grappolo di fiori bianchi sulla sua estremità.

Coltivazione e cura

Vediamo insieme di quali cure ha bisogno la yucca per crescere sana e forte, a partire dal terreno di cui ha bisogno fino alle informazioni sulla potatura.

Terreno

La yucca cresce in natura nei deserti sabbiosi e asciutti.

In casa, però, pianta la yucca cresce meglio in un terreno drenante e non troppo compatto.

La miscela di terreno non ha bisogno di essere ricca, in effetti, basta usare un sacchetto di terriccio universale e mescolare un po’ di sabbia grossolana e perlite per favorire il drenaggio.

Quando innaffiare

La yucca è molto sensibile alla quantità d’acqua che le darai.

Innaffia regolarmente nella stagione di crescita primaverile ed estiva, ma assicurati che la pianta abbia un ottimo drenaggio.

In particolare, assicurati che il terreno si asciughi tra un’annaffiatura e l’altra.

Annaffia di meno in inverno: non lasciare mai che una pianta di yucca resti troppo a lungo zuppa d’acqua o marcirà.

Concime

Concima la yucca durante la stagione di crescita con un fertilizzante liquido o a lento rilascio seguendo le istruzioni dell’etichetta.

Di solito è sufficiente concimare solo una volta al mese.

Potatura

Di tanto in tanto la yucca deve essere potata quando diventa troppo alta per lo spazio che hai a disposizione.

Usa un coltello affilato o un paio di troncarami affilati per tagliare il tronco a metà.

Rinvasa l’estremità radicata del tronco e annaffiala bene.

Moltiplicazione

Il modo più semplice per moltiplicare la yucca è con i germogli nati dalle piante più vecchie.

Dividi la pianta durante il rinvaso o taglia con cura il germoglio e mettilo in un vaso separato.

Possono anche essere propagati per talea, utilizzando pezzi di gambo che misurano almeno 10 centimetri.

Tratta le estremità del taglio dello stelo con l’ormone radicante prima di piantarlo in un vaso pulito. Le talee si radicheranno rapidamente se il terriccio viene mantenuto umido (ma non zuppo).

La yucca coltivata in casa probabilmente non fiorirà né produrrà semi, quindi moltiplicarla tramite seme è spesso molto difficile.

Malattie e parassiti

Le piante di yucca non hanno problemi di parassiti gravi, sebbene ci siano alcuni insetti che colpiscono queste piante.

La maggior parte dei parassiti della yucca non creano grossi problemi, ma sapere quali insetti sono preoccupanti e quali non sono così gravi può aiutarti a decidere come gestire al meglio questi problemi.

Gli afidi sono parassiti comuni e si nutrono di steli o foglie. Sono facilmente rimossi con getti d’acqua da un tubo poiché gli afidi annegano subito.

Le cocciniglie sono facili da individuare sulla yucca poiché sono grandi e bianchi.

Come con gli afidi, possono attirare le formiche con la loro melata, ma vengono facilmente eliminati con getti d’acqua dal tubo del giardino proprio come gli afidi.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.