Come dividere l’orchidea cymbidium per avere nuove piante

Le orchidee Cymbidium sono piante molto eleganti. Sono facili da coltivare e producono bellissimi fiori.

Si tratta di una varietà di orchidea che fa nascere le foglie dai cosiddetti pseudo-bulbi, chiamati così perché alla base della pianta c’è un rigonfiamento che ricorda un bulbo.

Tuttavia col passare del tempo, la pianta cresce molto e il vaso può diventare troppo stretto per la quantità di pseudo-bulbi presenti.

Questo limita la fioritura e aumenta la probabilità di malattie. Quando la tua orchidea cymbidium è cresciuta troppo, è ora di dividerla.

Vediamo quindi come dividere l’orchidea cymbidium per avere nuove piante.

Scegliere parti sane

Il primo passo prima di procedere con la divisione, è quello di capire quali parti della pianta scartare e quali mantenere.

Rimuovi l’insieme di orchidee dal vaso e cerca bulbi sani: i bulbi sani avranno foglie verdi che crescono da questi.

Quando dividi un’orchidea cymbidium, cerca di avere da tre a cinque bulbi sani in ciascuna divisione.

Poiché ciò assicurerà che la pianta fiorisca di nuovo l’anno prossimo. Se lo dividi in parti troppo piccole, ci vorrà più tempo per fiorire.

Rimuovi i bulbi più vecchi che non hanno foglie. Rimuovi le radici danneggiate e ricorda di pulire e disinfettare gli strumenti.

Il momento giusto

Il secondo passo per dividere i tuoi cymbidium è scegliere il momento giusto.

Pianifica di dividere il tuo cymbidium in tarda primavera dopo che l’orchidea ha finito di fiorire.

Conta il numero di pseudo-bulbi da cui partono le foglie sulla tua orchidea e prendi dei vasi in cui inserirai almeno tre pseudo-bulbi per vaso.

Assicurati che questi vasi siano abbastanza grandi da avere spazio anche per la crescita futura delle tue piante.

Prepara il substrato

Ora puoi preparare un substrato, ovvero un terreno di coltivazione per le tue divisioni di cymbidium.

Puoi usare una miscela di pezzi di corteccia tagliati molto fini e perlite. Usa una miscela di quattro parti di pezzi di corteccia e una parte di perlite per creare un substrato drenante per le tue orchidee.

Usa pezzi di corteccia più grossolani per orchidee più grandi per fornire un migliore drenaggio e ridurre la possibilità di marciume radicale.

Divisione degli pseudo-bulbi

Una volta che hai rimosso il tuo cymbidium dal suo vecchio vaso e che hai rimosso i residui di terreno e corteccia dalle radici puoi passare alla fase successiva.

Dividi gli pseudo-bulbi in gruppi di tre e separali delicatamente se sono attaccati agli pseudo-bulbi vicini.

Scuoti delicatamente la vecchia miscela di terriccio attaccata alle radici. Evita di danneggiare o recidere le radici quando possibile.

Aggiungi il terriccio al vaso che hai preparato e appoggiaci sopra le radici della tua divisione di cymbidium.

Aggiungi altro terriccio sopra le radici e intorno agli pseudo-bulbi finché le radici non sono coperte e finché la base degli pseudo-bulbi è a pelo con la superficie del terriccio.

Messa a dimora

Metti le tue nuove piante in un luogo riparato che sia protetto dalla luce diretta troppo forte.

Innaffia leggermente fino a quando il bulbo inizia a formare radici e una nuova crescita.

La tua pianta di cymbidium è pronta per essere trasferita in un vaso più grande quando ha generato un secondo pseudo-bulbo.

Controlla regolarmente le nuove divisioni di cymbidium e dopo circa un mese dai loro un po’ di concime a lenta cessione (puoi usare i bastoncini fertilizzanti da mettere nel terreno).

A fine estate, nutri le orchidee mensilmente con un concime liquido adatto per favorire la fioritura invernale.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.