Gerani flosci? Il concime fai da te per farli riprendere

Nessuna pianta è più amata del geranio per decorare le ringhiere del balcone, rendendole colorate ed eleganti.

Questa famosissima pianta è famosa per i suoi abbondanti fiori, che sbocciano dalla primavera all’inizio dell’autunno. Con l’arrivo del freddo, questa pianta tende in modo naturale a perdere i suoi fiori e a essere meno rigogliosa: è un periodo in cui si riposa e conserva le sue energie per la fioritura successiva.

Se il vostro geranio è nel periodo della fioritura o è ancora fiorito o, ancora, è nella sua fase di riposo ma appare floscio o troppo secco, potete provare a farlo riprendere con un trucchetto fatto in casa.

Lievito di birra

Un rimedio facile, veloce e pratico per far riprendere i vostri gerani e farli ritornare a essere rigogliosi: il lievito di birra.

Per utilizzarlo al meglio, vi basterà scioglierne un cucchiaino in 3 litri d’acqua. Mescolate e lasciate riposare almeno 30 minuti.

Poi, potete utilizzare il composto come acqua di innaffiatura. Grazie all’alto contenuto di vitamine del gruppo B, il lievito di birra aiuterà i vostri gerani a tornare in forma.

N.B: per i vostri gerani, potete utilizzare anche del lievito di birra scaduto. Anche dopo la data di scadenza, infatti, le sostanze necessarie alla pianta non scompaiono.

Inoltre, per un’efficacia ancora maggiore, potete aggiungere un cucchiaino di zucchero al composto: il glucosio, infatti, è un forte stimolante.

Bucce di banana

Un fertilizzante naturale utile se volete far tornare il vostro geranio in forma, ma soprattutto se volete aumentare l’intensità e la durata della sua fioritura: le bucce di banana.

Vi basterà prendere delle bucce di banana e tagliarle in piccoli pezzettini rettangolari. Poi, spargeteli sulla superficie del terriccio. Alcuni, interrateli coprendoli con un sottile strato di terriccio.

Innaffiate, poi, normalmente nei giorni successivi: con il tempo, questi pezzettini si degraderanno liberando nel terreno le loro sostanze nutritive.

Le bucce di banana, in particolare, hanno un alto contenuto di potassio, una sostanza essenziale per garantire alle piante da fiori una corretta maturazione dei boccioli.

Conoscere la propria pianta

Conoscere e capire la propria pianta è essenziale per averla sempre rigogliosa senza commettere errori.

Nel caso del geranio, ricordate che con l’arrivo del freddo cade in un naturale periodo di riposo in cui è normale che la pianta appaia un po’ floscia e secca.

In questo periodo dovete comunque proteggerla dal freddo eccessivo e dalle intemperie, magari collocandola in un posto più riparato.

Tuttavia, forzarla troppo con concimi e fertilizzanti o spostandola in serra, può sicuramente aiutarla ad apparire meglio ma potrebbe compromettere il ciclo vitale della pianta stessa.

La cosa migliore da fare, quindi, è rispettare le varie fasi della vita del geranio.

Cura dei gerani

Al di là della concimazione, che sia naturale o meno, il geranio è una pianta che ha bisogno comunque di alcune accortezze per crescere e mantenersi sana.

Ecco alcune regole di coltivazione:

  • Rimuovete sempre i fiori quando ormai sono secchi. In questo modo eviterete il propagarsi di malattie e stimolerete la nascita di nuovi boccioli.
  • Tenete in una posizione molto soleggiata. Questa pianta non è assolutamente adatta alla mezz’ombra. Anche nei mesi di riposo vegetativo, tenetela in un luogo dove arrivi la luce diretta del sole.
  • Innaffiate molto nei mesi caldi, facendo sempre attenzione a non inzuppare il terreno. Nel corso dei mesi freddi, invece, diminuite al minimo le innaffiature.
  • Rinvasate ogni anno, nel periodo primaverile. Il rinvaso è importante non solo per permettere alla pianta di crescere, ma anche per sostituire il precedente terreno con uno nuovo e ricco di sostanze nutritive.
  • Attenti al vento. In particolare in inverno, le raffiche di vento potrebbero spezzare i rami più legnosi o, comunque, indebolire la pianta.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".