Come potare la Gardenia nel modo giusto

Le piante di Gardenia sono un’ottima scelta per decorare il proprio balcone o giardino, ma come tutte le piante arbustive deve essere tenuta in ordine con la potatura.

La potatura può sembrarti una procedimento da coltivatori esperti, ma se segui alcuni piccoli consigli basta davvero poco e avrai una gardenia sana e in ordine.

Il trucco sta nell’aspettare che le tue gardenie abbiano finito di fiorire e poi potrai sbizzarrirti con la potatura.

Scopriamo insieme come potare la gardenia nel modo giusto!

Rimuovi gli steli morti

Prima di dare forma al tuo cespuglio di gardenia è importante prima ripulire la pianta dagli steli morti.

Pizzica i gambi morti con le dita se vengono via facilmente, altrimenti usa delle cesoie disinfettate.

Elimina anche i fiori morti e secchi se sono ancora attaccati alla pianta.

Inoltre, se rimuovi i fiori morti gradualmente man mano che sfioriscono, questo può incoraggiare la crescita di fiori più duraturi e può anche aumentare il numero di fiori che sbocceranno in seguito.

Il momento giusto per potare

Scegli il momento giusto per la potatura della tua gardenia.

Se poti il ​​tuo cespuglio di gardenia con le cesoie prima che abbia finito di fiorire, potresti danneggiare le fioriture in crescita.

Invece, programma la potatura della gardenia dopo che la stagione di fioritura è finita, ma prima che la temperatura del giorno scenda sotto i 18 gradi.

Saprai che è ora di potare il cespuglio una volta che i fiori iniziano a seccarsi: pota la tua pianta di gardenia un paio di settimane dopo che i fiori sono esauriti.

Come dare forma al cespuglio

Usa delle cesoie da potatura per potare le tue gardenie. Disinfetta sempre le cesoie prima di utilizzarle per evitare di trasmettere malattie e batteri alla pianta.

Osserva la tua gardenia da lontano per capire che forma preferisci dare e quali sono i rami da potare.

Tieni sempre d’occhio l’aspetto complessivo del cespuglio man mano che poti.

Quando tagli i rami, fai un taglio obliquo di 45 gradi così riuscirai facilmente a tagliarli. Pota a metà i rami più vecchi e più spessi così da lasciare spazio ad una nuova crescita.

Riconosci i rami più vecchi perché sono più scuri e spessi rispetto ai nuovi rami teneri.

Pota i rami rimanenti fino all’altezza e alla forma che desideri. Dopo aver potato i rami più vecchi, taglia i rami rimanenti.

Mentre tagli i rami, assicurati di potare sopra un nodo fogliare (il punto dello stelo da cui spuntano rami e foglie) per incoraggiare una nuova crescita lì.

Inoltre puoi potare di più nei punti in cui vuoi incoraggiare la crescita. Se poti alla base del cespuglio di gardenia, ad esempio, quell’area tenderà a ricrescere più piena.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.