Come Stimolare la crescita di nuovi Tromboni d’Angelo sulla Brugmansia?

I mitici tromboni d’angelo che non son altro che fiori giganteschi penduli, incantano al primo sguardo.

Non è solo l’aspetto appariscente e quasi fatato a dar loro importanza quanto il profumo dolce e particolarmente intenso che questi fiori sprigionano alla sera.

Sapevi che ci sono delle cose che puoi metter in atto per avere la tua brugmansia piena dei suoi bei tromboni giganti?

Vediamo insieme cosa puoi fare per incrementarne la fioritura.

Hai scelto il posto giusto?

Per i suoi bei tromboni la brugmansia ha bisogno di una quantità di energia notevole, visto che la fioritura è in poche parole il periodo in cui la pianta si prepara per la riproduzione.

Quale miglior modo di fare il pieno di energia se non attraverso la luce? In effetti, la brugmansia è ghiotta di luce, tanta e per tante ore, soprattutto durante il suo periodo di fioritura.

Assicurati che nessuna pianta nei dintorni le faccia ombra o che il posto nel quale si trova sia ben esposto al sole.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Dalle 6 alle 8 ore di luce, anche diretta, magari da assorbire da un’angolazione esposta a sud, sarebbe l’ideale per vederla esplodere in fioriture abbondanti.

Non lasciarla mai a secco

Una pianta dalla fioritura così grande ha bisogno di nutrire ogni sua parte e soprattutto di idratare i suoi tessuti.

L’acqua svolge questo compito, disciogliendo i nutrienti nel terriccio e idratando i tessuti vegetali ripercorrendo, a partire dalle radici, ogni parte della pianta.

Fai in modo che nella stagione più calda i tuoi bei tromboni siano ben idratati, con un terriccio ben umido, senza però indurre l’apparato radicale a marciume, lasciandolo zuppo.

Tieni d’occhio lo strato superficiale di terriccio se asciutto, dopo averne costatato l’umidità, innaffia nuovamente.

Tieni d’occhio la composizione del terriccio

La brugmansia, soprattutto se coltivata in vaso, per poter produrre fioriture abbondanti innanzitutto ha bisogno di un mix di terriccio argilloso con componenti come pomice che possano tenere in equilibrio il grado di umidità.

Apprezza inoltre un terriccio calcareo, quindi niente paura se l’acqua che utilizzi è dura.

Ha bisogno anche di tanto spazio, quindi fai in modo che non sia costretta in un vaso striminzito oppure in angoli del tuo giardino particolarmente affollati, che possano sottrarre al terriccio nutrienti a lei destinati.

Tanto potassio

Ciò che può garantire successo in fatto di fioriture è la presenza di un elemento cruciale che possa nutrire la pianta e farla esplodere con tanti bei tromboni che penzolano dai suoi rami: il potassio.

Puoi sia fornirlo alla pianta attraverso l’utilizzo di un concime granulare a lento rilascio, da distribuire sul terriccio lontano dal tronco della pianta, a partire da maggio.

Puoi anche ricavare un fertilizzante fai ricco di potassio utilizzando bucce di banana, da somministrare ogni volta che vuoi, senza che vi siano conseguenza per il sovradosaggio.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.