Come usare il miele nelle tue piante

Un alimento che più dolce non ce n’è! Parliamo del miele.

Prodotto dalle api, il miele è un prodotto fondamentale nella nostra cucina e che, oltre che per il suo buonissimo sapore, è famoso anche per i suoi tanti benefici per l’organismo.

In pochi sanno, però, che il miele può essere utilizzato anche in giardino o nel nostro angolo verde sul balcone o in terrazza.

Si tratta di rimedi che gli antichi conoscevano benissimo e che usavano per piante rigogliose e giardini al massimo dello splendore.

Vediamo insieme come utilizzare il miele in giardino, sfruttare al meglio tutte le sue miracolose proprietà e creare uno spray super efficace per proteggere le foglie!

Attenzione: se avete dubbi circa l’utilizzo o meno del miele per una determinata pianta, potete chiedere consiglio al vostro fioraio o giardiniere di fiducia.

Fortificare le talee

Quante volte, dopo aver tagliato e piantato con cura le talee, queste non mettono radici e deperiscono?

Il processo di sviluppo di radici, infatti, è molto complesso e non sempre le nostre talee sono abbastanza forti.

Un rimedio consiste proprio l’utilizzo del miele.

Nello specifico, fate bollire 400 ml di acqua in cui avete versato due cucchiaini di miele. Poi, lasciate raffreddare.

Prendete le talee e immergetele nella soluzione per qualche secondo, prima di tirarle fuori e asciugarle.

A questo punto, piantate le talee come fate normalmente: noterete che svilupperà radici sane e forti.

Il miele, infatti, contiene enzimi che aiutano le talee a sviluppare radici, proteggendole da agenti esterni che possano bloccare questo processo.

In particolare, può essere usato per le talee di orchidee.

Allontanare i moscerini

Problemi con i moscerini delle piante?

Questi moscerini, detti sciaridi, depongono le loro uova nel terreno e le loro larve danneggiano le radici delle vostre piante portandole alla morte.

Ma liberarsene non è mai stato così semplice!

Prendete un pezzo di cartoncino dal colore sgargiante oppure un post-it (quelli gialli andranno benissimo!) e ricopritelo, da un lato, di miele.

L’altro lato usatelo per attaccare il post-it a un bastoncino (preferibilmente in legno) e piantatelo nel terreno della vostra pianta.

I moscerini, attratti dal profumo del miele, si poggeranno sul post-it ma resteranno appiccicati al miele!

In poco tempo, riuscirete a liberarvi di questi sgraditi ospiti.

Fertilizzare le piante

Il classico utilizzo della nonna: usate il miele per fertilizzare le vostre piante, il risultato sarà eccezionale!

Prendete 4/5 cucchiaini di miele e versateli in 2 litri d’acqua. Mescolate.

Poi, utilizzate questo composto come acqua per innaffiare le vostre piante: in questo modo, grazie al fruttosio contenuto nel miele, le piante assorbiranno un nutrimento maggiore rispetto a quello solito e cresceranno rigogliose e forti.

Questo rimedio può essere applicato a tutti i tipi di piante ma, in particolare, a beneficiarne solo quelle da frutto.

Attenzione: innaffiare con acqua e miele potrebbe attirare le formiche. Fate attenzione a non lasciare ristagni nei sottovasi o accanto alla pianta.

Rinforzare le foglie

Foglie ingiallite e che appaiono deperite? Una soluzione può essere il miele!

Realizzate un composto da spruzzare, sciogliendo 2 cucchiaini di miele in 500 ml d’acqua e versando il tutto in un comodo vaporizzatore.

Poi, nebulizzatene il contenuto sulle foglie della vostra pianta.

Il miele, infatti, ha proprietà antibatteriche e antifunginee: darà forza alle foglie e le proteggerà da interventi esterni che potrebbero danneggiarle.

Attenzione: il sapore e l’odore del miele potrebbero attirare delle formiche. Fate attenzione a sciogliere bene il miele nell’acqua, senza che si formino grumi solidi che possano attirare insetti.

Allontanare lumache e limacce

Sembrano innocue, spesso anche simpatiche. In realtà, lumache e limacce spesso si nutrono delle foglie delle nostre piante, danneggiandole irrimediabilmente.

Combatterle, però, è semplicissimo.

Vi basterà prendere una bottiglia di plastica, tagliarla nella parte superiore a circa 2/3 della sua altezza, riempire la sua base interna di miele e interrare la bottiglia nel terreno non lontano dalle tue piante.

Le lumache, attratte dal miele, entreranno nella bottiglia, ma non riusciranno più a risalire, rimanendoci bloccate dentro.

A questo punto, non dovete far altro che liberarle, lontane dalle vostre piante, così che non tornino a darvi fastidio!

Trappola per formiche

Il miele, normalmente, attira le formiche che ne vanno ghiotte. Ma può essere trasformato anche in un repellente.

Farlo è semplicissimo. Dovete semplicemente mescolare due cucchiaini di miele a due cucchiaini di burro d’arachidi e due cucchiaini di borace.

In questo modo, infatti, il miele e il burro d’arachidi attireranno le formiche, mentre il borace è per loro tossico.

Dopo averne constatato la tossicità (e quindi una prima fase di “folla” di formiche), queste si allontaneranno dal luogo dove avete sparso questo composto.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".