Basilico: come averlo pieno di foglie anche a settembre?

Il basilico è un’erba essenziale e dinamica per molti piatti. Per il cuoco casalingo, avere facile accesso al basilico fresco può elevare i piatti al pomodoro, gli stufati e le zuppe.

Questi sapori possono essere persi una volta terminata la stagione di crescita, quindi dovrai ripiegare su una coltivazione in casa per averlo pieno di foglie da settembre in poi.

La coltivazione in casa è l’unico modo per prolungare la stagione di crescita e non dovrai più correre al supermercato quando una ricetta richiede basilico fresco.

Scopriamo insieme come avere il basilico pieno di foglie anche a settembre!

Come coltivare il basilico in casa

Alcuni scelgono di coltivare il basilico in un vaso su un davanzale soleggiato. Questo metodo è ideale per chi ha poco spazio.

La coltivazione in casa su un davanzale richiede poca manutenzione con accesso diretto alla luce solare.

Un aspetto negativo è che le temperature fredde possono filtrare e possono scioccare il tuo basilico amante del caldo. Potrebbe essere necessario posizionare il basilico a qualche centimetro in più dalla finestra per ridurre al minimo le variazioni di temperatura.

La coltivazione in casa può essere facile, a patto che tu fornisca l’essenziale per le tue piante. Le cose da considerare quando si inizia includono ore di esposizione alla luce, temperatura, qualità del terreno e nutrienti.

Illuminazione e temperatura

Il basilico ha bisogno di luce per crescere al meglio, è una pianta amante del sole.

Se stai usando la luce solare diretta naturale come una finestra, devi cercare un luogo ideale che abbia 6 ore di luce solare al giorno.

Una finestra esposta a sud è il posto perfetto. Non dimenticare di ruotare le tue piante ogni due giorni o una volta alla settimana. In questo modo, il tuo basilico crescerà in modo uniforme.

Per coloro che utilizzano le luci di coltivazione perché in casa non riescono a garantire la luce necessaria, il basilico richiede 10-14 ore al giorno di esposizione alla luce artificiale.

Posizionare le luci a 8-13 cm sopra le giovani foglie di basilico di solito va più che bene. Per piante mature più grandi, puoi posizionare le luci più distanti.

Se il basilico inizia a sembrare allungato e a produrre piccole foglie, hai bisogno di più luce.

Le piante di basilico prosperano in temperature calde, il che le rende ideali per la coltivazione in casa. Le condizioni di crescita ideali per il basilico sono di 18-20 gradi centigradi.

Acqua e umidità

Le piante di basilico amano avere il terreno umido, ma non fradicio! Innaffia il basilico regolarmente ma meno di quanto faresti in estate: in casa la temperatura è di circa 20-23 gradi.

Assicurati di drenare l’acqua in eccesso che si trova nel sottovaso quando innaffi il basilico.

Controlla il terreno mettendo il dito: se è ancora bagnato, non innaffiare. Le giovani piantine possono richiedere più acqua.

Per quanto riguarda l’umidità, le piante di basilico in vaso preferiscono che le loro foglie vengano vaporizzate una o due volte alla settimana tra un’annaffiatura e l’altra.

Terreno di coltura e vaso

Se coltivi il basilico in casa, hai la possibilità di utilizzare una miscela di terriccio ricco di sostanze nutritive e di qualità.

Il terriccio fornisce un buon drenaggio per la tua pianta, il che non si ottiene con il terreno del tuo giardino.

Quando si coltiva il basilico al chiuso in un vaso, la dimensione ideale è un vaso di 10 cm di diametro per pianta.

Tieni presente che i vasi di terracotta sono porosi e potrebbero lasciare segni sul davanzale della finestra. Assicurati che i tuoi vasi abbiano fori di drenaggio.

Concime

I nutrienti sotto forma di fertilizzante sono una fonte di cibo incredibilmente importante per coltivare il basilico.

Un terreno ricco contiene tutti gli integratori necessari al basilico, ma possono esaurirsi nel tempo.

Tuttavia, per la durata di vita della pianta di basilico, iniziare con un buon terreno arricchito di sostanze nutritive è l’opzione migliore.

Se riesci a ottenere una maggiore durata della vita del basilico, usa un fertilizzante organico per aumentare nuovamente i livelli di azoto. Non ci vuole molto per mantenere felice il basilico.

Potatura

Potare o non potare? La potatura non è obbligatoria, ma il basilico risponde bene alla raccolta regolare producendo più foglie da consumare e ha un aspetto pieno e cespuglioso.

Attendi fino a quando il tuo basilico è alto 13 cm circa e pota lo stelo principale, circa 1 cm direttamente sopra una serie di foglie.

Puoi usare le dita per staccare il gambo, ma per evitare di strapparlo puoi usare le forbici. Prova a potare ogni 2-3 settimane per controllare la forma del tuo basilico.

Se permetti al basilico di fiorire o di fare semi, questo può alterare il sapore delle foglie e renderlo amaro.

Per evitare questo cambiamento di gusto, puoi eliminare i fiori e tagliare le cime del basilico.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.