Cosa fare se il Falso Gelsomino ha Rami Secchi?

La tarda primavera ospita una fioritura dalla fragranza tanto forte quanto abbondante e sorprendente, quella del falso gelsomino.

Ma se i rami si presentano secchi? Cosa sta accadendo ad una pianta così rustica e sempreverde?

Occorre che tu possa intervenire nell’immediato per capire di cosa si tratta e riservare alla pianta le cure di cui ha bisogno. Vediamo come.

È naturale che il ramo secchi

Sei sicuro che non si tratti del naturale ciclo di vita della pianta?

Anche se la pianta riserva una chioma verde in quasi ogni momento dell’anno, alcuni rami potrebbero risentire dell’età e cominciare a degenerare lasciando spazio ad altra crescita che va assecondata con una buona potature di rinforzo.

Le parti danneggiare o ormai secche vanno rimosse così da non lasciare spazio ad eventuali assedi da parte di parassiti terribili.

Innaffiature dannose

Il falso gelsomino apprezza un terriccio umido in vista della fioritura esplosiva di cui fa sfoggio.

Il sostentamento di una fioritura del genere richiede molti nutrienti che devono essere adeguatamente disciolti nel terriccio quando inumidito.

Se la stagione è eccessivamente torrida è del tutto normale che il falso gelsomino non potendo supportare parti della chioma le lascia andare, necrotizzando interi rami e riducendo la chioma.

Bada ad una innaffiatura appropriata valutando di volta in volta il terriccio constatandone l’umidità presente, così da non commettere errori, innaffiando solo quando il terriccio comincia ad asciugarsi.

Stress da posizione

Questa bellissima pianta ha sue specifiche necessità in fatto di luce e temperatura.

Potremmo definirla abbastanza rustica anche se almeno 4 ore di luce al giorno devono essere il minimo sindacale per consentirle uno sviluppo sano.

Attenzione nella stagione calda alle scottature solari che compromettono la chioma del faso gelsomino danneggiandone i rami rampicanti.

Potresti riservargli una posizione ad est o ovest, così da essere esposto ad una luce brillante ma non calda delle ore centrali del giorno.

Occhio ai parassiti

Dai un occhiata approfondita ad ogni parte della chioma, potrebbero esservi dei parassiti.

Il falso gelsomino è molto resistente ai parassiti comuni ma potresti trovare un’infestazione di cocciniglia o di acari.

Quelli che maggiormente approfittano del vigore della pianta sono  i parassiti succhiatori che si nutrono della linfa vitale , consentendo agli steli di rinsecchire.

Puoi intervenire con prodotti specifici sistemici così che la componente nociva per i parassiti possa essere assorbita dalla pianta e renderla periodicamente immune.


Photo Credits:

Le immagini presenti in questo articolo sono di proprietà di Meraki s.r.l.s.

Giuseppe Iozzi
Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.