Foglie dell’Orchidea bruciate dal sole riconoscile e rimedia così

Come le persone, le orchidee, soprattutto quelle che prediligono ambienti più freschi e ombrosi, possono soffrire di stress da caldo durante i mesi estivi.

Il sole di mezzogiorno è intenso, soprattutto durante l’estate, e le alte temperature portate dal sole splendente possono bruciare rapidamente le tue orchidee, in particolare le specie più sensibili come le phalaenopsis.

Vediamo allora insieme come riconoscere e rimediare il danno delle foglie bruciate dal sole della tua orchidea!

Come si verifica la scottatura

Lo stress da calore è una condizione che si verifica nelle orchidee e in altre piante quando il calore eccessivo provoca uno squilibrio nella traspirazione, il processo mediante il quale l’umidità evapora dai tessuti della pianta.

Quando quel tasso di evaporazione supera il ritmo con cui l’umidità viene integrata dall’acqua attraverso dalle radici, la pianta si disidrata: foglie molli e appassite, pseudobulbi rugosi e increspati.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarci il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

La risposta istintiva in questa situazione è di bagnare troppo l’orchidea per correggere la disidratazione.

Questo può invece peggiorare le cose facendo marcire le radici della pianta, ostacolando ulteriormente la sua capacità di assorbire l’acqua necessaria.

Segni di stress da calore

Oltre alle innaffiature, il controllo del calore e dell’umidità svolgono un ruolo significativo nella prevenzione e nella gestione dello stress da caldo.

I segni delle scottature possono comparire anche in orchidee altrimenti abbastanza sane. Quando compaiono in combinazione ad altri problemi, tuttavia, di solito è un’indicazione di stress da calore o di un altro problema di base (come la perdita delle radici) che ha portato allo stress da calore.

Ingiallimento di piante e foglie

Troppa luce provoca il deterioramento della clorofilla di una pianta, che può trasformare la tua orchidea in un giallo-verde anemico e alla fine causare la perdita prematura delle foglie.

La maggior parte delle orchidee sane che ricevono livelli di luce appropriati avranno foglie di un intenso verde chiaro.

Foglie appassite

Il colpevole, soprattutto in estate, può essere il surriscaldamento.

Se le foglie della tua pianta sono calde al tatto, potrebbero ricevere troppa luce e richiedere una maggiore circolazione dell’aria e ombreggiatura, o lo spostamento in un’area più riparata.

Scottature solari

I primi segni di scottatura solare, come negli esseri umani, appaiono come una tinta viola-rossastra o lentiggini su foglie.

Nelle fasi avanzate, le punte e le radici delle foglie possono diventare marroni, i fiori possono cadere, i boccioli si seccano e cadono improvvisamente.

Trattamento

Una volta che un’orchidea ha subito gli effetti dello stress da calore, potrebbe volerci molto tempo per riprendersi.

Applica i fertilizzanti con parsimonia, usando una soluzione debole, e sciacqua il terreno di coltura con acqua pulita tra un’applicazione di fertilizzante e l’altra.

Questo passaggio è necessario perché i sali nei fertilizzanti sono difficili da assimilare per le piante disidratate e una dose regolare può bruciare ulteriormente la pianta.

Presta particolare attenzione ai parassiti sulle orchidee in difficoltà: è più probabile che insetti e virus attacchino le piante indebolite.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.