Trova la luce perfetta per l’Orchidea con questi metodi

Come noi (anzi più di noi!), le piante hanno bisogno di luce e fornire la luce giusta per le Orchidee è in realtà abbastanza facile.

La luce è essenziale per la fotosintesi delle orchidee: le piante utilizzano la luce per produrre cibo dall’anidride carbonica e dall’acqua.

La giusta luce rende dunque possibile la fioritura. Per fornire luce alle tue orchidee ci sono solo 3 cose che devi valutare: intensità, durata e qualità.

Vediamo insieme cosa devi sapere sulla luce per dare alle tue orchidee tutto quello di cui hanno bisogno!

Intensità della luce

L’intensità della luce si riferisce alla potenza della luce.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Se la luce non è abbastanza forte, l’orchidea non produrrà abbastanza energia per produrre fiori. Il vigore generale della pianta sarà debole. Le foglie saranno sottili e lunghe.

D’altra parte, se dai una luce troppo intensa le foglie si scotteranno. Non solo le foglie bruciate dal sole hanno un aspetto malsano, ma le scottature riducono anche la superficie delle foglie dove la pianta può fotosintetizzare.

Se l’intensità della luce è giusta, l’orchidea sarà in grado di utilizzare la luce per convertire l’anidride carbonica e l’acqua in energia. Le foglie saranno forti, di colore chiaro. L’orchidea utilizzerà l’energia immagazzinata per produrre fiori, proprio come previsto dalla natura.

Trova la posizione giusta

Per ottenere la giusta intensità della luce ci sono un paio di cose che puoi fare:

  • Trova la posizione giusta
  • Misura la luce

L’obiettivo è dare all’orchidea una luce tale che possa crescere e fiorire senza scottarsi.

Anche se potrebbe essere allettante posizionare un’orchidea vicino a una finestra, questa pratica non è necessaria e potrebbe anche essere dannosa se la finestra è esposta a sud o ad est.

Posiziona la tua orchidea ad un metro di distanza dalla finestra (se hai una finestra poso esposta al sole andrà bene anche vicinissima alla finestra), ma non proprio al centro della stanza, in quel caso sarebbe troppo lontano.

Metodi per misurare la luce

Forse non sai che puoi effettivamente misurare l’intensità della luce per avere fioriture ricchissime. Ci sono 4 modi diversi per farlo.

  • Usare un esposimetro
  • Usare un’app che fa da esposimetro
  • Usare tua mano e un pezzo di carta bianca
  • Osservare le foglie dell’orchidea

Il modo più accurato per misurare la luce è usare un esposimetro. Puoi acquistare un costoso esposimetro, utilizzare una fotocamera o scaricare un’app sul tuo telefono: le app possono essere gratuite o a basso costo.

Un altro metodo, che non è così accurato, ma è comunque utile e non richiede nient’altro che la tua mano, è il metodo della mano.

Per utilizzare il metodo della mano, tieni la mano a 20-25 cm di distanza da un foglio di carta bianco nell’area in cui desideri misurare l’intensità della luce. In base a come appare il contorno della mano sul foglio scoprirai l’intensità della luce:

  • Luce intensa: contorno netto della mano
  • Molto luminoso: contorno della mano visibile ma dai bordi poco netti
  • Luce brillante: contorno sfocato della mano
  • Luce bassa: contorno della mano difficile da vedere

In generale, anche dal colore delle foglie puoi capire se stanno ricevendo la giusta luce: dovrebbero essere verde chiaro, non verde scuro. Inoltre, le orchidee dalle foglie allungate hanno bisogno di più luce.

Durata della luce

L’intensità della luce si riferisce alla forza della luce mentre la durata della luce durante la giornata (fotoperiodo).

La durata del giorno cambia con le stagioni. Più sei vicino all’equatore, più costante è la durata del giorno e più sei lontano dall’equatore, più la stagione influisce sulla durata della luce.

Ma devi sapere che orchidee hanno bisogno della notte, proprio come hanno bisogno del giorno.

Qualità della luce

Finora abbiamo parlato della potenza della luce (intensità) e del fotoperiodo (durata della luce). Ora parliamo invece della qualità della luce, o meglio della quantità di luce rossa, verde e blu proveniente dalla sorgente luminosa.

Se coltivi le tue orchidee all’aperto o in una serra, le tue orchidee riceveranno naturalmente l’intero spettro di luce necessario per crescere rigogliose.

Se coltivi le tue orchidee sul davanzale o sotto le luci artificiali, la qualità della luce diventa un fattore importante.

Alcune finestre bloccano la luce ultravioletta.

Mentre se usi le luci LED artificiali le piante richiedono una distribuzione di luce blu, verde e rossa e si consiglia di scegliere una lampadina a LED a spettro completo.

Come fornire più luce alle orchidee

Oltre a posizionare la tua orchidea nella giusta posizione e fornire luce artificiale quando necessario, ci sono un paio di altre cose che puoi fare per dare più luce alle tue orchidee.

Puoi raddoppiare la quantità di luce posizionando gli specchi di fronte a una finestra o a una lampadina LED.

Regola l’angolo dello specchio in modo da non bruciare l’orchidea, ma illuminare invece una zona che altrimenti sarebbe in ombra.

Le orchidee, come tutte le piante, crescono verso la luce. Ciò è particolarmente importante se la fonte di luce dell’orchidea è una finestra e la luce arriva da una sola direzione.

Ruotando l’orchidea phalaenopsis, puoi far crescere il gambo del fiore più dritto e in posizione verticale.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.