Per scegliere il Posto Perfetto per la tua Pianta Ragno tieni in considerazione questi 2 fattori imprescindibili

Nel cercare di capire quale potrebbe essere il posto perfetto nel quale vedere la tua pianta ragno prosperare è necessario tenere ben presente che essa ha bisogno di due elementi essenziali.

Il primo è senz’altro contraddistinto dalla luce, imprescindibile per ogni pianta, ed in modo particolare per la pianta ragno che necessita di un’attenzione particolare in fatto di luce vista anche la variegatura delle sue foglie.

Immancabile è l’attenzione al fattore umidità ma spesso tendiamo a sottovalutarne l’utilità e l’importanza per le nostre piante.

Vediamo insieme come scegliere il posto perfetto per la pianta ragno.

Luce brillante e delicata

La pianta ragno ama la luce solare indiretta ma brillante. Questo significa che i raggi diretti del sole non devono toccare le foglie.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

A tal proposito, raggi troppo cocenti potrebbero bruciare la superficie delle foglie variegate e compromettere la salute dell’intera pianta.

Perché tanta luce?

Oltre al suo bisogno di energia per una crescita sana e rigogliosa che può trarre solo dalla luce che giunge fino alle foglie, anche se in maniera indiretta, la variegatura delle sue foglie è evidente solo quanto la luce è brillante.

La variegatura dipende proprio dalla quantità di luce che la pianta riceve.

Se posizionata in un posto buio la parte verde si espande sulla foglia per far in modo di assorbire quanta più luce possibile. È proprio la parte verde della pianta che cattura la luce.

In che punto esporla?

Potresti scegliere un davanzale di una finestra esposta ad est oppure ad ovest, dove la tua pianta ragno possa ricevere la luce brillante delle prime ore del mattino.

Una luce fugace illuminerà la tua pianta ragno per poche ore, quindi in questo caso, se diretta, non le farà alcun male non trattandosi delle ore più calde della giornata.

Quali danni con una luce diretta?

Per la loro proverbiale resistenza, potrebbero resistere anche in condizioni semi-ombreggiate, tollerando la luce solare diretta per poche ore al giorno.

Se poste in pieno sole estivo la pianta ragno inizierà a mostrare segni di stress quali punte bruciate o marroni delle foglie.

Il fattore umidità che sempre trascuriamo

La pianta ragno prospera in ambienti umidi, ma questo dettaglio spesso viene ignorato.

Ignorando l’umidità non facciamo altro che escludere un punto fondamentale nella cura di questa pianta, in particolare per la sua respirazione.

A cosa serve l’umidità?

Un fattore così importante come l’umidità rende più facile per la pianta la respirazione.

La foglia respira attraverso piccole valvole distribuite sulla superficie chiamate stomi che si dilatano maggiormente quando la quantità di umidità è elevata.

In questo modo è come se la pianta respirasse “a pieni polmoni”.

Come procurargli maggiore umidità?

Puoi nebulizzare con uno spruzzino le foglie se la pianta si trova in un ambiente a bassa umidità; la tua pianta ragno lo apprezzerà.

Fallo di tanto in tanto, almeno una volta a settimana, soprattutto nella stagione estiva.

Puoi anche posizionare il vaso su un sottovaso di ciottoli e acqua così che questa, evaporando, circonda la chioma rendendo lo spazio immediatamente prossimo umido.

Se la tieni in casa le stanze più adatte per quanto riguarda il fattore umidità sono la cucina o il bagno, mentre da evitare sono i posti dove ci sono dispositivi che emanano calore come i termosifoni, che seccano l’aria.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.