Il segreto per infoltire il tuo Pothos è nella Potatura eseguita in questo modo

Con i suoi lunghi rami pendenti o rampicanti, il pothos potrebbe col tempo cominciare ad avere una chioma povera e diradata.

Questo può accadere per diversi fattori ma la maggior parte possono essere contrastati facilmente al fine di ottenere una chioma abbondante e vivace.

Uno dei principali metodi per infoltire la chioma consiste in una potatura accurata che va fatta in un certo modo per ottenere il risultato sperato.

Vediamo insieme in che modo infoltire il pothos servendoci di qualche trucco relativo alla potatura.

Come mai la chioma è povera di foglie?

Tra i fattori più comuni rispetto ad un diradamento di foglie sulla chioma del nostro pothos di sicuro l’età non gioca a nostro favore.

Oltre all’età, la sua disposizione in vaso ha un ruolo cruciale per l’abbondanza della sua chioma, ma vediamolo nel dettaglio.

La pianta ha molti anni

Un pothos che ha diversi anni e che ha una chioma molto lunga, nel tempo potrebbe cominciare a svuotare la parte dei rami più vicina al vaso e mettere su nuove foglie solo sugli apici.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

I rami, nell’intento di allungarsi arricchiscono solo la parte apicale svuotando quella basale, dando al pothos un aspetto non piacevole alla vista.

Il terriccio è povero

Un fattore che contribuisce a diradare il fogliame riguarda senz’altro la povertà di nutrienti in cui il terriccio, dopo anni, se mai rinvasato, potrebbe riversare.

Le innaffiature e la vitalità della pianta contribuiscono ad impoverire il mix presente nel vaso dal quale le radici non possono più assorbire nutrienti decisivi come l’azoto, principale responsabile della cura delle parti verdi delle piante.

Il vaso è stretto

Non avendo spazio per espandere il suo apparato radicale, il pothos fatica anche a nutrire una chioma folta e formare nuove radici per assorbire una maggiore quantità di nutrienti.

Le dimensioni del vaso sono fondamentali se vogliamo che il pothos possa crescere florido e senza alcun tipo di problema.

In che modo potare?

Il segreto per un pothos dalla chioma sempre abbondante è racchiuso nella potatura, che spesso tendiamo a demonizzare soprattutto perché non vogliamo ridurre la grandezza del nostro pothos che magari ha impiegato anni per raggiungere quelle dimensioni.

Quando poti un pothos non aver paura di effettuare una potatura anche drastica. La pianta sarà in grado di produrre nuove foglie immediatamente.

Devi effettuare il taglio appena sotto un nodo fogliare, ad un paio di centimetri di distanza: il nodo fogliare è il punto nel quale sono attaccate le foglie.

Il nodo fogliare sarà proprio il punto dal quale verrà fuori la nuova crescita.

Quando potare?

Per una potatura ideale devi aspettare il periodo in cui vi è il picco di crescita, il suo apice vegetativo, per fare in modo che possa subito darsi da fare per garantire nuova produzione.

Tra maggio e giugno puoi potare il pothos e così rinfoltirlo con nuova vegetazione

Riutilizza i rami tagliati

Del pothos non si butta via nulla e puoi riutilizzare i rami tagliati per ottenere tante talee da far radicare.

Metti le porzioni di rami a radicare in acqua e in breve tempo vedrai che metteranno su nuove radici ed in seguito otterrai nuove piantine di pothos che potrai coltivare lasciandole in acqua oppure trasferendole in un vaso con terriccio.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.