Come moltiplicare il tuo Pothos in poco tempo con il Metodo del Bicchiere!

Il Pothos (Epipremnum aureum) è una pianta rampicante con bellissime foglie verdi a forma di cuore.

Tutti abbiamo una persona, tra famiglia e amici, che abbia a casa una pianta di pothos e a cui possiamo chiedere un rametto per creare una nuova piantina.

Ma lo sapevi che il pothos è una delle piante d’appartamento più facili da moltiplicare in acqua?

Sì, hai letto bene. Anche se non hai il pollice verde, puoi facilmente propagare i tuoi pothos in acqua con il metodo del bicchiere.

Scopriamo insieme come fare passo passo!

Prima di iniziare

La propagazione è la pratica di creare nuove piante da quelle già esistenti. È un modo facile, veloce e conveniente per coltivare le piante.

Per propagare una pianta, hai bisogno di una delle sue parti vegetative: steli, radici, foglie. Una volta completamente cresciuta e radicata, hai una pianta fresca e nuova che cresce nella tua casa!

Avrai sempre una scorta di piante a portata di mano che puoi aggiungere alla tua collezione o, in alternativa, da regalare a parenti e amici!

Ha senso coltivare piante di Pothos in acqua?

Il Pothos è felice nel terreno ma devi annaffiarlo nel modo giusto, scegliere la posizione giusta e nel complesso offrire una discreta quantità di amore.

Se coltivi i tuoi pothos in barattoli di vetro pieni d’acqua, non avrai bisogno di annaffiature, fertilizzanti speciali o fori di drenaggio.

Inoltre, la tua pianta non crescerà così velocemente, il che la rende più gestibile e libera spazio pur aggiungendo un po’ di verde alla tua casa.

Crescono quindi anche in acqua purché fornisci loro luce solare e sostanze nutritive sufficienti.

Prendi una talea di Pothos

Fai una talea tagliando sotto ad un nodo fogliare. Assicurati di prendere una talea sana (evita foglie marroni o ingiallite) e tagliala proprio sotto un nodo.

Assicurati che lo stelo scelto abbia almeno 3 nodi. Rimuovi tutte le foglie alla base della talea.

Questo è fondamentale per garantire che le foglie non marciscano sott’acqua e soffochino le nuove radici.

Vedrai che il tuo taglio di pothos ha piccole protuberanze marroni che si formano lungo la vite vicino a ciascun nodo. Queste sono radici aeree che inizieranno a crescere una volta che metti la tua talea di pothos in acqua.

Metti la talea in un bicchiere di vetro pieno di acqua pulita e assicurati che almeno uno o due nodi delle talee di pothos siano immersi nell’acqua.

Inoltre, assicurati di scegliere una talea che abbia almeno due foglie per incoraggiare una rapida crescita.

Le piante di Pothos possono prosperare nell’acqua del rubinetto, ma non vogliono che sia piena di cloro. Per eliminare il cloro dall’acqua del rubinetto, lasciala fuori per almeno 24 ore in un contenitore aperto, quindi versala nel vaso.

Dopo quanto tempo crescono le radici?

Posiziona il bicchiere alla luce solare indiretta della tua casa.

Nuove radici germoglieranno dai nodi immersi nell’acqua dopo circa 7-14 giorni. Puoi posizionare il taglio nel terreno una volta che le radici della pianta sono lunghe 2-3 cm, oppure puoi lasciar crescere la piante nell’acqua per sempre.

Se decidi di lasciarlo crescere in acqua, scegli un fertilizzante liquido di buona qualità per nutrire la tua pianta. Assicurati di concimare la tua pianta di pothos che cresce in acqua ogni 4-6 settimane.

La quantità di fertilizzante che usi può variare a seconda delle istruzioni del fertilizzante e delle dimensioni della pianta e del vaso.

Tuttavia, come regola generale, non dovrebbe mai essere superiore a poche gocce. È sempre meglio fertilizzare in modo insufficiente che fertilizzare eccessivamente quando si tratta di coltivare piante in vasi d’acqua.

Inoltre, assicurati di cambiare l’acqua ogni due settimane per assicurarti che la tua pianta rimanga fresca.

Cresce più velocemente nell’acqua o nel suolo?

In breve: dipende.

Se stai dando alla tua pianta tante sostanze nutritive nell’acqua, dovrebbe effettivamente crescere più velocemente nell’acqua!

Ma se ti prendi cura di un pothos sano nel terreno e annaffi in modo appropriato, probabilmente corrisponderà al tasso di crescita dei pothos piantati in acqua.

Sappiamo già che i pothos possono sopravvivere nell’acqua, ma che dire dei pothos che prima coltivavi nel terreno? Una pianta che hai coltivato nel terreno sopravviverà quando proverai a coltivarla in acqua?

In breve, sì, anche se potrebbe volerci del tempo per adattarsi. Rallenterà se la trapianti in acqua e potresti vedere una foglia o due gialle e morire.

È meglio coltivare nuove piante di pothos in acqua e lasciarle crescere nell’acqua per sempre invece di trapiantare una pianta, abituata al terreno, nell’acqua.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.