Il tuo Pothos resta piccolo e non cresce per un motivo a cui non hai pensato

Il pothos è una pianta d’appartamento famosa per la sua crescita rigogliosa e abbondante, oltre che per la varietà di foglie che presenta. È proprio per la sua capacità di crescere velocemente che è anche chiamato edera del diavolo.

Se invece ti ritrovi un pothos che ti sembra sempre piccolo o che non cresce c’è di sicuro qualcosa che non va.

Ci sono dei periodi dell’anno in cui queste piante crescono a vista d’occhio e si allungano producendo molte nuove foglie. Possono allungarsi anche per diversi metri e con appositi sostegni decorare un’intera parete.

Se il tuo pothos non cresce sai il perché? Vediamo insieme quali possono essere le ragioni.

Non è la sua stagione di crescita

Come con qualsiasi altro tipo di pianta, il pothos ha la sua stagione di crescita preferita. Di contro ha anche le sue stagioni dormienti, in cui anche se non perde le foglie resta immutata.

Per il pothos, una delle stagioni dormienti è l’inverno. Se pretendi di vederla mettere nuove foglie nei mesi freddi resterai deluso.

Lo stesso vale per la stagione autunnale: i mesi autunnali, anche se non particolarmente freddi, sono mesi in cui il pothos si prepara ad entrare nella sua fase dormiente.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Proprio perché si tratta di stagioni dormienti, non eccedere con concimazioni o acqua e fare di tutto per vederlo crescere di più. Non otterrai nulla se non danneggiare la tua pianta che, durante i mesi invernali, ha bisogno veramente di poco.

La crescita lenta durante l’inverno e l’autunno è normale.

Non riceve abbastanza luce

Un altro motivo per cui il tuo pothos non cresce è che potrebbe non ricevere abbastanza luce solare, o non riceverla regolarmente.

Il pothos generalmente, ha bisogno di luce brillante ma non diretta. Il sole diretto può danneggiare le sue belle foglie, bruciandole o può far asciugare rapidamente il terriccio.

Non c’è abbastanza umidità

È meglio mantenere il livello di umidità almeno moderato se non alto, in modo che la pianta di pothos possa crescere correttamente.

Il pothos non ti darà segni di crescita in un ambiente a bassa umidità per un periodo di tempo prolungato.

Scegli i luoghi che secondo te sono i più umidi della casa. Il bagno, ad esempio, è una stanza perfetta perché sempre molto umida.

Lo innaffi poco

Nella sua stagione di crescita, quella primaverile e quella estiva, il pothos va innaffiato accuratamente, anche due volte a settimana.

Se non vuoi rispettare un programma di innaffiature ben definito, puoi constatare al momento se il tuo pothos ha bisogno d’acqua aiutandoti con le tue dita.

Assicurati, infilando il dito indice nel terriccio, che sia asciutto e se così provvedi subito ad innaffiarlo.

Il terriccio è povero

Una cosa che rende il pothos più facile da coltivare è il fatto che non richiede un’enorme quantità di sostanze nutritive per crescere correttamente.

Nella maggior parte dei casi, se coltivi la tua pianta di pothos in un terreno decente, la pianta probabilmente avrà i nutrienti che le servono per prosperare e mettere nuove foglie.

Se la tua pianta non cresce correttamente allora ha bisogno di nuove sostanze nutritive nel terriccio che probabilmente, con il tempo e le frequenti innaffiature, si è impoverito.

Proprio perché non è una pianta esigente, del fertilizzante liquido fai da te può essere più che sufficiente per incoraggiare la tua pianta, che si nutre bene, a mettere nuove e belle foglie.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.