Radici aeree sul Pothos? Ecco le funzioni che non conoscevi

Se noti alcune radici marroni che sono emerse dai nodi sugli steli del tuo pothos, probabilmente ti starai chiedendo se sono un segno che qualcosa non va o meno.

È probabile che le radici aeree crescano sul tuo pothos se lasci che gli steli si riversino sul muro, sul vaso o su altre piante. In pratica, la pianta sta semplicemente cercando di aggrapparsi a loro per avere supporto.

Ma ci sono alcune cose da sapere per capire come curarle ed eventualmente sfruttarle al meglio.

Scopriamo insieme cosa dovresti fare con le radici aeree del tuo pothos!

Cosa sono le radici aeree?

Come suggerisce il nome, le radici aeree crescono nell’aria piuttosto che nel terreno. Di solito si sviluppano sulle parti della pianta situate sopra il terreno, sugli steli.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Le radici aeree su piante rampicanti resistenti come il pothos fungono da ancore. Ciò significa che aiutano gli steli ad attaccarsi a strutture come muri, rocce, tralicci e altre piante per avere supporto.

Nella maggior parte dei casi, fungono anche da radici che respirano, il che significa che aiutano a estrarre e assorbire sostanze nutritive, gas e umidità dall’aria nell’ambiente circostante.

Le radici aeree sono più comuni sulle epifite, che sono piante che crescono su altre piante.

Aiutano a stabilizzare le piante

Le radici aeree servono a molti scopi diversi che spesso variano da pianta a pianta. Tuttavia, la loro funzione principale ruota generalmente attorno alla sopravvivenza e al supporto.

Come le normali radici che crescono nel terreno, le radici aeree hanno lo scopo di migliorare la stabilità delle piante. È particolarmente vero per le epifite e le piante rampicanti che devono attaccarsi a strutture di supporto per stabilità.

In questo modo, le radici aeree fungono da ancore, aiutando le piante rampicanti come il pothos ad arrampicarsi sugli alberi e sui muri ospiti. I vantaggi di ciò sono numerosi: ad esempio, la pianta può catturare più luce in una posizione elevata.

Assorbono acqua e nutrienti

Anche in questo caso, le radici aeree svolgono quasi la stessa funzione delle radici sotterranee.

In questo caso, aiutano la pianta ad assorbire i nutrienti. Di solito assorbono i nutrienti disciolti nell’acqua piovana, nella rugiada o nell’umidità che cade sulle radici.

Questa funzione è più importante in piante come le orchidee epifite. Le radici aeree permettono loro di ottenere nutrienti extra dall’acqua che gocciola dalle foglie sopra la pianta.

Dunque aiutano anche ad assorbire l’umidità (insieme a minerali e nutrienti disciolti in essa).

Possono assorbire l’acqua direttamente dall’ambiente che le circonda.

Aiutano con la propagazione

Oltre a fornire supporto di ancoraggio, assorbire i nutrienti e respirare, le radici aeree possono essere piuttosto preziose quando si tratta di propagazione del pothos.

Prendere talee con radici aeree aumenta notevolmente la loro sopravvivenza. Questo perché è molto probabile che le radici aeree mantengano la loro crescita quando si trovano nel terreno o nell’acqua.

In quanto tali, queste radici aeree rendono la moltiplicazione più pratica, facile e più veloce.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.