Yucca: quanto e quando innaffiare per una pianta sempre sana

La yucca è una pianta resistente alla siccità che richiede che i primi 3-4 centimetri superiori del terreno si asciughino tra una annaffiatura e l’altra.

Innaffia sempre la yucca con un buon ammollo, in modo che l’acqua fuoriesca dai fori di drenaggio del vaso.

In genere, è opportuno annaffiare ogni 14 giorni circa, ma questo varia a seconda del clima.

Scopriamo meglio insieme quanto va annaffiata la yucca per avere una pianta sempre sana!

Quando innaffiare le piante di yucca

Le yucche sono piante resistenti alla siccità originarie del Messico e degli Stati Uniti sud-occidentali in deserti aridi, aree montuose e piogge poco frequenti.

Le piante di yucca si sono adattate ai loro ambienti aridi con spesse radici carnose che immagazzinano acqua da piogge poco frequenti e le loro foglie sono ricoperte da una sostanza oleosa che riduce la perdita d’acqua (traspirazione) dalle foglie.

Le yucche sono così adatte a crescere in terreni asciutti senza molta umidità, infatti l’errore più grande quando si annaffia è sempre quello di annaffiare troppo spesso, il che fa sì che le foglie ingialliscano e cadano come segno di stress con il marciume radicale.

Per coltivare con successo l’albero di yucca è importante imitare le condizioni di annaffiatura e di drenaggio del terreno del suo ambiente naturale, mantenendolo asciutto piuttosto che innaffiando eccessivamente.

Le piante di yucca hanno bisogno di far asciugare i primi centimetri del terreno prima di annaffiare di nuovo. Questo in genere significa annaffiare le piante di yucca ogni 10-14 giorni, ma può variare in base alle differenze climatiche.

Tuttavia, la frequenza con cui si annaffia dipende da quanto velocemente si asciuga i il tuo terreno. Questo può variare a causa di:

  • Umidità del clima (un’umidità più elevata richiede annaffiature meno frequenti).
  • La dimensione del vaso (i vasi piccoli si asciugano molto più velocemente).
  • Se la tua yucca si trova in una corrente d’aria causata dall’aria condizionata o dall’aria calda vicino a qualsiasi fonte di calore.
  • La capacità del terreno di trattenere l’umidità, la yucca richiede un terreno drenante.

Per stabilire la frequenza con cui innaffiare la tua pianta di yucca in base alle tue condizioni, tasta il ​​terreno fino alla profondità di un dito.

Se riesci ancora a sentire l’umidità, non innaffiare ancora, ma se il terreno si sente un po’ secco, questo è il momento perfetto per annaffiare.

Con un po’ di pratica puoi stabilire il punto preciso in cui il tuo terreno inizia a passare da umido ad asciutto e creare il programma di irrigazione perfetto per la tua pianta di yucca in casa.

Come capire se stai innaffiando troppo o poco

Se stai annaffiando la yucca troppo spesso, le foglie iniziano a ingiallire e cadere, il che indica uno stress idrico.

La Yucca è molto suscettibile al marciume radicale a causa della loro preferenza per le condizioni asciutte.

Se non stai annaffiando la yucca abbastanza spesso o stai dando troppo poca acqua, le foglie di yucca iniziano a cadere, ad arricciarsi e possono diventare marroni.

In questo caso è importante annaffiare più frequentemente e e assicurarti di inumidire in modo uniforme il terreno ogni volta.

Entro 2 o 3 cicli di annaffiatura alla giusta frequenza la yucca dovrebbe riprendersi.

Quanto innaffiare le piante di yucca

Sapere quanta acqua richiedono le yucca e il metodo corretto per annaffiare è essenziale per evitare stress da siccità o marciume radicale.

Sebbene ci siano molte variabili che influenzano la frequenza con cui innaffiare la tua yucca, la quantità di acqua dovrebbe rimanere sempre la stessa.

Innaffia generosamente le piante di yucca in modo che l’acqua goccioli visibilmente dal foro di drenaggio alla base del vaso.

Ciò garantisce che l’acqua sia penetrata correttamente nel terreno e abbia raggiunto le radici in modo che possano assorbire efficacemente l’umidità di cui hanno bisogno.

Un’annaffiatura generosa favorisce anche un buon sviluppo delle radici e aumenta la resistenza della yucca alla siccità.

Se innaffi la yucca troppo leggermente e l’acqua non si impregna e raggiunge le radici della yucca, ciò causa siccità e ne da i segni con foglie cadenti che si arricciano e diventano marroni.

Terreno drenante

Innaffiare la tua yucca in modo corretto dovrebbe essere un fattore che va sempre in combinazione con una miscela di terreno drenante per evitare la putrefazione delle radici.

Il terriccio universale comune che non viene modificato con sabbia o perlite trattiene troppa umidità nel vaso.

Anche le miscele di terriccio che contengono troppa torba non sono adatte poiché la torba diventa idrofoba (cioè respinge l’acqua) quando si asciuga, il che fa scorrere l’acqua sulla superficie del terreno e fuori dalla base del vaso piuttosto che penetrare correttamente nel terreno.

Questo può dare l’impressione che stai innaffiando la tua yucca correttamente poiché l’acqua sta colando fuori dalla base del vaso ma in realtà l’umidità non ha raggiunto le radici.

Il terreno per la tua yucca dovrebbe essere miscelato con sabbia o perlite per favorire un buon drenaggio.

Anche il terreno per succulente e cactus può funzionare bene per la coltivazione della yucca in quanto ha qualità di drenaggio simili, ma di solito è molto più costoso del normale terriccio e sabbia.

Con un buon terreno è molto più facile mantenere il corretto equilibrio idrico per la yucca per prevenire marciumi e mantenere la pianta sana.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.