Conosci la Tradescantia dalle foglie a fasce colorate? Si chiama “Nanouk” e ti spiego come averne cura

Tutte le Tradescantia sono facili da coltivare, colorate e molto belle e sono amate come piante d’appartamento in tutto il mondo.

Ma la Tradescantia Albiflora “Nanouk” è speciale: è stata creata in laboratorio al fine di ottenere una pianta dalla particolare resistenza.

Strisce rosa, viola, verdi e bianche creano un motivo mozzafiato sulle sue foglie, come se ogni foglia fosse stata dipinta da un pittore di talento.

Gli steli di Tradescantia sono spessi e grossi, fornendo un supporto robusto a foglie spesse, arrotondate e carnose. Piccoli e affascinanti boccioli rosa e fiori bianchi e gialli si presentano in primavera e in estate.

Vediamo insieme come averne cura per rendere l’ambiente domestico allegro, vivace e colorato al tempo stesso.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Esposizione

La Tradescantia “Nanouk” prospera in luce brillante e indiretta, quindi se puoi, posizionala vicino alla finestra rivolta a ovest o est. Non mettere mai la tua Tradescantia in pieno sole o potresti bruciare le foglie.

Saprai che non stai dando alla tua pianta abbastanza luce se inizia a sembrare sbiadita o i suoi bei colori iniziano a svanire, rendendo le foglie verdi.

Troppa luce trasformerà i bordi delle foglie rendendoli accartocciati o secchi.

La giusta quantità di luce farà sì che la tua Tradescantia inizi a formare gemme e fiorire nella stagione di crescita.

Temperatura e umidità

La Tradescantia Nanouk prospera in un ambiente la cui temperatura oscilla tra i 18 e i 23 gradi, una temperatura mite.

Questa varietà apprezza particolarmente gli ambienti umidi. Puoi scegliere di metterla in bagno, dove i vapori sono frequenti.

Qualsiasi luogo tu scelga, assicurati di tenerla lontana da termosifoni o dal getto d’aria calda dei condizionatori, che seccano irrimediabilmente l’aria.

Puoi posizionare il vaso sopra ciottoli disposti in un sottovaso, con dell’acqua, un piccolo trucco per gestire l’umidità per una pianta che ne ha bisogno.

Quando e come innaffiare

A causa della sua crescita densa e delle foglie strettamente avvolte, non è una buona idea innaffiare la tua Nanouk dall’alto. È molto probabile che l’acqua intrappolata nelle foglie le faccia marcire.

Puoi innaffiare la pianta immergendo l’intero vaso in acqua, non troppo fredda, lasciando poi che l’acqua in eccesso esca dai fori di scolo del vaso.

Assicurati che la tua Tradescantia “Nanouk” abbia effettivamente bisogno di acqua testando il terriccio con le dita. Se i primi centimetri di terreno sono asciutti, devi innaffiarla.

Durante la sua stagione di crescita attiva, in primavera e in estate, innaffia la tua pianta ogni due settimane.

Bisogna potarla?

Puoi potare la tua Tradescantia “Nanouk” in qualsiasi momento pizzicando la nuova crescita o tagliando i suoi rami. La potatura regolare renderà la sua chioma più cespugliosa.

Ricorda di utilizzare sempre cesoie ben disinfettate e di non esagerare con potature eccessivamente drastiche.

Come propagarla

Come ogni genere della sua specie, anche la varietà Nanouk può essere propagata per talea, molto facilmente.

Procurati una talea di almeno 15 cm, togli le foglie alla base della talea e metti la base in alcuni centimetri di acqua distillata.

Dopo alcune settimane, vedrai che cominceranno a spuntare nuove piccole radici. Solo quando saranno abbastanza solide e non deboli e filamentose, puoi passarle nella terra.

Non lasciarle per troppo tempo in acqua, o nel passare la talea nel terriccio, le radici potrebbero danneggiarsi molto facilmente poiché deboli e molli.

Malattie e Parassiti

Le Tradescantia sono in generale resistenti ai parassiti e la varietà Nanouk è stata creata per essere ancora più resistente. Tuttavia, non è completamente immune, soprattutto se le condizioni di crescita non sono ideali.

Cocciniglia

Se l’ambiente di crescita è caldo e secco, possono apparire cocciniglie. Saprai di avere un’infestazione da cocciniglie se vedi melata appiccicosa sui rami e sulle foglie.

Pulisci la melata con un batuffolo di cotone imbevuto di alcol o nebulizza la pianta con olio di Neem.

Acari

Un ambiente asciutto è anche favorevole all’infestazione da acari, specialmente se la pianta è debole e con molte foglie secche o avvizzite.

Puoi evitare che la tua pianta venga infettata da acari aumentando l’umidità e lasciando più spazio tra le piante per consentire la circolazione dell’aria.

Utilizza un insetticida da banco per eliminare infestazioni gravi o il comune olio di Neem per infestazione più semplici da gestire.

Marciume radicale

L’irrigazione eccessiva, specialmente se il terreno è troppo compatto, causerà marciume radicale.

La sua inclinazione al marciume è l’unico punto debole, al quale puoi ovviare tranquillamente gestendo accuratamente le innaffiature.

Evita inoltre di innaffiarla dall’alto, bagnando le foglie e lasciando tracce d’acqua nell’attaccatura al ramo. Questo potrebbe comportare marciume fogliare.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.