Se l’Albero di Giada ha le Foglie Mangiucchiate eccone la causa

L’albero di Giada con le sue splendide foglie carnose potrebbe rivelarsi un facile bersaglio per i parassiti più ingordi di foglie.

È senz’altro quello il motivo per cui le foglie possono risultare con buchi o mangiucchiate lungo i bordi.

Esistono alcuni parassiti che sono ghiotti di foglie carnose, che le divorano e si moltiplicano fino a creare dei seri danni alla pianta.

Vediamo insieme di quali parassiti si tratta e in che modo intervenire per proteggere da questa minaccia il nostro albero di Giada.

Quali parassiti?

I primi parassiti rosicchiatori a cui puoi pensare sono senz’altro i bruchi verdi. Si tratta di larve di falena o farfalla, che si nutrono voracemente delle foglie del tuo albero di Giada soprattutto nei mesi caldi.

In questo caso, complice purtroppo è anche il terriccio, nel quale questi bruchi trovano rifugio durante il giorno per poi arrampicarsi sulla chioma durante la notte, divorando le foglie nelle ore più fresche in modo indisturbato.

Anche le lumache rosse sono parassiti rosicchiatori, ben ghiotte di foglie carnose come quelle dell’albero di Giada.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Le limacce approfittano dell’elevata umidità per deporre le uova proprio sotto lo strato superficiale del terriccio e si nutrono di ogni parte della pianta.

Ispeziona le foglie

Le foglie mangiucchiate sono sintomo di un attacco da parte di parassiti ingordi. Comincia ad osservare le foglie e se i bordi mangiucchiati non sono rinsecchiti allora potresti riuscire a cogliere in flagrante il colpevole ancora in azione.

Ispeziona le foglie carnose, soprattutto sul lato inferiore, poiché è lì che maggiormente si nascondono. Potresti aspettare le ore serali per controllare le foglie poiché sono le ore più fresche e notturne quelle in cui i parassiti lasciano il terriccio e salgono sulla chioma.

Un altro momento propizio in cui potresti cogliere i parassiti rosicchiatori sul fatto è quello che segue le innaffiature o le piogge. In quelle condizioni così umide determinati parassiti prosperano.

Come intervenire

Durante l’ispezione puoi rimuovere i bruchi semplicemente dopo averli individuati. I loro corpi grassocci e verdi sono facili da individuare. Utilizza un buon macerato di ortica da nebulizzare su tutta la chioma. In questo modo farai in modo che i restanti si allontanino.

Puoi realizzare un decotto a base di aglio e pepe: lascia al macero in un litro di acqua abbondante pepe e 4 spicchi di aglio, per 12 ore. Dopo aver filtrato il tutto puoi nebulizzare il fogliame abbondantemente.

Nel caso in cui dovessi trovare sul fogliame del tuo albero di Giada delle striscianti lumache senza guscio puoi utilizzare la comune trappola della birra e in seguito pesticidi naturali a base di fondi di caffè, per le infestazioni meno gravi.

Per entrambi i parassiti ricorri a pesticidi chimici qualora l’infestazione dovesse essere grave. Esistono in commercio pesticidi specifici sia per le lumache rosse che per i bruchi verdi con azione immediata.

Potresti anche pensare di rinvasare il tuo albero di Giada con del terriccio nuovo poiché è li che si nascondono e si annidano durate il giorno la maggior parte dei parassiti.

Mantieni sempre la superfice del terriccio pulita, priva di foglie morte o secche così da evitare che i parassiti le usino come dimora.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.