Usa queste accortezze con L’albero di Giada per averlo sempre pieno di nuovi Germogli

Sai che è possibile incentivare l’albero di Giada ad una nuova produzione di foglioline verdi e lussureggianti?

È facile rinvigorirlo se sai come fare, soprattutto se metti in atto una serie di cure di cui non pensi che possa aver bisogno proprio per la fama di essere resistente e non richiedente.

Segui questi consigli e vedi la tua Giada riempirsi di nuove foglie e una crescita abbondante.

Tanta luce

Luce piena e brillante: questo elemento è imprescindibile se vuoi fare in modo che nascano nuovi germogli e la pianta si infoltisca di foglie carnose.

La sua posizione ideale deve prevedere almeno  4 ore di luce diretta.

Scegli un punto esposto ad est, così la tua Giada potrà godere anche di luce diretta, non per forza cocente e non nelle ore centrali.

Cima i rami

Per attivare la parte ormonale della pianta c’è bisogno di una potatura periodica che ti consenta di incentivare nuova produzione oltre che gestire la forma della pianta a tuo piacimento.

Assicurati prima che la pianta sia sana; la potatura è comunque un momento in cui la pianta necessita di energie per riprendersi.

Devi applicare il taglio appena sopra un anello concentrico che trovi su uno stelo, praticamente il nodo fogliare. Taglia gli apici dei rami per incoraggiare la nascita dei germogli lungo i rami.

Puoi quindi anche prendere la cima che hai rimosso e propagarla per creare una nuova pianta.

Terriccio nuovo e drenante

Essendo una pianta grassa lasciamo che il terriccio sia lo stesso per anni senza pensare che anche se non ha pretese, il terriccio nel tempo tende comunque ad esaurirsi.

Dalle una miscela nuova, fresca e ricca di nutrienti, così che la Giada possa goderne e rinvigorirsi.

Il momento migliore è sul finire dell’inverno. Scegli una miscela che contenga sia materiale organico che componenti grossolane come perlite in abbondanza, da rendere la miscela molto drenante.

Fertilizzante fai da te

All’inizio della primavera puoi far in modo di fornire una bella carica di nutrienti affinché possa rinnovare il fogliame con del fertilizzante.

Generalmente non è richiesto per l’albero di Giada ma non costa nulla preparare un fertilizzante liquido fai da te, a base di potassio con bucce di banana oppure ricco di azoto con fondi di caffè.

Ti mostro in che modo utilizzare a tal proposito i fondi di caffè:

Si tratta di composti naturali: l’utilizzo che se ne fa può solo giovare alla pianta piuttosto che invece utilizzare concimi di natura chimica che possono bruciare o danneggiare l’intera pianta che non richiede concimi specifici.


Photo Credits:

Le immagini presenti in questo articolo sono di proprietà di Meraki s.r.l.s.

Giuseppe Iozzi
Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.