4+1 Problemi che l’Albero di Giada può presentare in inverno e come risolverli subito

Un nome che al primo ascolto può non dirti nulla, eppure basta vedere una foto di questa pianta per renderti subito conto di quanto sia comune e diffusa: parliamo dell’Albero di Giada.

Questa pianta grassa viene coltivata come decorativa sia da interni che da esterni e la sua grandezza è variabile a seconda della grandezza del vaso in cui viene piantata. Tuttavia, a renderla riconoscibile sono sicuramente le sue foglie: rotonde e spesse, di un colore che va dal verde medio al verde più scuro.

Estremamente resistente capita, purtroppo, di scambiare la sua forza per… immortalità! Il rischio è quello di trascurare questa pianta in momenti in cui può essere più fragile, come ad esempio in inverno.

Vediamo insieme quali sono i problemi che l’albero di giada può presentare nella stagione fredda, quali sono le cause e come fare per risolvere e tornare ad avere una pianta sana.

Foglie gialle

Quello delle foglie gialle è un problema molto comune nell’albero di giada, soprattutto nel periodo autunnale e invernale.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Di fatto, accade. che le foglie tendono a ingiallire prima lungo i bordi e poi quasi completamente. L’ingiallimento può coinvolgere solo alcune foglie o tutta la chioma della pianta.

Ma da cosa dipende questo antipatico effetto? Nella maggior parte dei casi si tratta di un problema dovuto alle irrigazioni, che sono troppo poche. In generale, questa pianta va innaffiata pochissimo quando le temperature sono basse. Tuttavia, quando le foglie ingialliscono significa che la pianta ha terminato ogni riserva d’acqua e ha bisogno di dissetarsi.

Assottigliamento delle foglie

Meno comune, ma comunque frequente è l’assottigliamento delle foglie. Normalmente questo fenomeno è abbastanza graduale, ragion per cui le foglie iniziano ad assottigliarsi con molta lentezza.

La causa principale è un problema di esposizione: a volte, l’albero di giada soffre per la poca luce ricevuta.

L’ideale è esporre questa pianta alla luce solare indiretta, anche se in inverno, quando le temperature sono piuttosto basse, possiamo anche esporla un po’ alla luce diretta.

Quando le foglie sono, oltre che sottili, anche sbiadite, può trattarsi anche di carenza di azoto.

Caduta delle foglie

Foglie che cadono? Beh, di certo non è un buon segno in nessuna pianta, ma nel caso dell’albero di giada è una vera tragedia!

In questa pianta, infatti, la caduta delle foglie è un sintomo molto grave di solito associato al marciume delle radici.

Osserva bene la chioma e nota se le foglie sono anche scurite: di solito, quando le radici marciscono, molte foglie possono assumere un colore tendente al nero per poi cadere. La cosa essenziale da fare in questi casi è rinvasare immediatamente la pianta in del terriccio asciutto.

Se, invece, le foglie sono completamente verdi, le cause possono essere altre, tra cui un freddo eccessivo.

Rottura degli steli

Se gli steli si rompono o si spezzano, le cause possono essere due.

La prima, più comune, è il vento: se tieni la pianta all’esterno, le raffiche di vento invernale possono spezzare gli steli più fragili di questa pianta.

La seconda è un indebolimento della pianta dovuto a un insieme di circostanze: scarsa o eccessiva innaffiatura, poca luce e temperature troppo basse.

Crescita lenta

In inverno il tuo albero di giada può avere una crescita abbastanza lenta. In realtà, non dovresti preoccuparti molto.

In generale, infatti, nei mesi freddi questa pianta cresce molto più lentamente che nei mesi caldi e la crescita può essere addirittura impercettibile.

Per risolvere puoi provare a migliorare un po’ le condizioni di benessere della pianta, portandola ad esempio in casa se ce l’hai all’esterno. Per accelerare la crescita in modo evidente, però, dovrai attendere la primavera quando potrai somministrarle anche un buon fertilizzante.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".