Quando acquisti Bulbi segui questa Guida per capire se sono Sani

Se ti stai chiedendo perché occorre una guida per l’acquisto di bulbi che apparentemente sembrano inattivi, la risposta è molto semplice: pur essendo inattivi necessitano di particolari attenzioni per ritornare in attività.

Accade che durante l’allestimento o la conservazione della bulbosa in vendita, alcune possono essere danneggiate, da temperatura o da trattamenti sbagliati che ne compromettono la fioritura successiva.

Segui questa semplice guida che ti indichi cosa tener d’occhio nella scelta dei bulbi da acquistare per il tuo giardino.

Scegli la giusta varietà in base al periodo

Devi sempre tener presente che esistono varietà di bulbose primaverili, estive e autunnali.

Sarà opportuno scegliere la giusta varietà a seconda del periodo nel quale vorremo vedere fiorito il giardino o i nostri vasi da balcone.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Se vuoi acquistare bulbose perenni, che non temono il freddo e che hanno una fioritura primaverile allora i mesi autunnali sono quelli giusti.

Dalla fine dell’inverno fino alla primavera inoltrata si potranno invece acquistare i bulbi a fioritura estiva.

Poi sarà in base alla varietà scelta che potrai fornire loro le specifiche cure a seconda delle temperature.

Se sono sfusi

Meravigliose ceste di bei bulbi pronti per essere acquistati spesso vengono esposte nei vivai ben forniti.

I bulbi sfusi sono più semplici da controllare ma anche maggiormente soggetti a “difetti” che ne possono compromettere l’integrità.

Controlla che non vi siano infezioni

Verifica che sulla loro superficie non vi siano ammaccature o piccole macchie causate da funghi.

Le infezioni fungine spesso vanno ad intaccare la parte esterna del bulbo e potrebbero compromettere l’attecchimento del bulbo stesso al suolo una volta piantato.

La parte inferiore del bulbo è integra?

Osserva la parte inferiore del bulbo, è quella non appuntita: devi constatarne l’integrità e la consistenza poiché è da lì che si svilupperanno le radici.

Comprenderai come danni alla parte basale del bulbo assicurano già una totale compromissione e un sicuro insuccesso della messa a dimora della bulbosa.

Testa la consistenza

Un bulbo molle è un bulbo già altamente compromesso, che non riprenderà mai la sua consistenza originaria.

Probabilmente sarà marcio o affetto da infezione fungina e quindi scartalo a priori.

La parte esterna deve essere integra e non sfogliarsi al tatto, altro segno di un marciume in atto.

Se sono confezionati

Possiamo trovare i bulbi anche confezionati, spesso sottoposti a maggior controllo ma in altre circostanze venduti in maniera dozzinale nei supermercati.

Anche in questo caso verifica che siano integri e che non presentino principi di deterioramento come detto per i bulbi sfusi.

I bulbi confezionati singolarmente a volte contengono della torba: assicurati che non sia umida.

La presenza di torba o segatura permettere una migliore conservazione in fatto di isolamento dalle temperature inappropriate e maggiore secchezza per evitare che possano riversare in condizioni troppo umide che al momento della conservazione possono danneggiare il bulbo.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.