Ti svelo come far vivere il Ficus Bonsai per cent’anni

Chi ha la passione per i bonsai non può non conoscere il ficus bonsai. Questa pianta, infatti, è conosciuta come il bonsai per i principianti: merito della facilità di coltivazione e della resistenza della pianta.

Di piccole dimensioni, con foglioline piccole, simmetriche e verdi, il ficus bonsai è una pianta perenne che, quando ha il tronco bombato e tondo, viene anche definito ficus bonsai ginseng.

Se hai questa pianta in casa e te ne sei affezionato, devi sapere che puoi trasmetterlo anche alle tue future generazioni. Farlo è molto più semplice di quel che sembra.

Il ficus bonsai, infatti, è molto longevo e basta seguire alcuni accorgimenti per farlo vivere molti decenni.

Rinvasa ogni 2 anni

Tra le cose cui prestare più attenzione c’è sicuramente il rinvaso.

Dovresti rinvasare il tuo ficus bonsai ogni 2 anni, in modo da garantire alle radici di espandersi, evitando che siano compresse in uno spazio troppo limitato.

Un segreto? Usa di volta in volta un vaso non tanto più profondo quanto più largo: le radici tendono a espandersi molto in orizzontale.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Nel rinvasare la pianta, fai sempre attenzione a non spezzare né i rami né le radici della pianta, facendo sempre movimenti lenti e precisi.

Puoi capire che è il momento di rinvasarlo, quando noti gli indizi indicati in questo articolo.

Evita di spostarlo

Il ficus bonsai è una pianta molto abitudinaria. Una volta individuato il posto giusto dovresti lasciarlo lì finché la pianta sta bene.

Quando lo spostiamo, la pianta può subire un piccolo shock. Il rischio è che perda le sue foglioline o che la sua crescita si arresti o venga rallentata.

Il posto migliore per questa pianta è all’interno in un luogo dove ci sia luce indiretta filtrata ma costante.

Tieni pulito il tronco

Il tronco è una parte importantissima di questa pianta: il suo corretto e ottimale sviluppo è fondamentale perché il ficus bonsai si mantenga in salute a lungo.

Tienilo pulito evitando gli accumuli di polvere, resina o melata generata da possibili parassiti.

Un consiglio è quello di passare sulla sua superficie un panno morbido imbevuto di acqua ogni settimana e poi asciugare bene.

Potalo simmetricamente

Ebbene sì, se vuoi mantenere sano e rigoglioso a lungo il tuo ficus bonsai, devi imparare a potarlo.

Farlo è più semplice di quanto tu possa pensare. Innanzitutto, la crescita del ficus bonsai è costante ma abbastanza lenta: la potatura, quindi, va fatta ogni 3-4 anni.

Dovresti potare in modo che il peso dell’intera pianta resti ben distribuito e che il ficus non si sbilanci da un lato o un altro, mantenendo una certa simmetria dei rami. Per una potatura ottimale, utilizza sempre delle cesoie ben sterilizzate (clicca qui per scoprire come pulirle al meglio).

Attenzione: se hai paura di fare danni o non sei molto abile con le cesoie, puoi sempre rivolgerti a un professionista.

Scopri qui perché il tuo bonsai ha le foglie macchiate.

Concimalo regolarmente

Quando concimi il tuo ficus bonsai, oltre a stimolarne la crescita, rinforzi il suo sistema immunitario, rendendolo più resistente, forte e longevo.

Ovviamente non devi concimarlo a caso, ma seguire alcune semplici regole. Innanzitutto, utilizza un concime a base di azoto e fosforo: per non sbagliare, puoi chiedere consiglio al tuo vivaista.

Inoltre, non esagerare mai nella concimazione, ma attieniti alle indicazioni sulla confezione del prodotto: di solito, si concima ogni 3 settimane nel solo periodo primaverile ed estivo.

Evita gli errori descritti qui per contribuire a una crescita sana di questa pianta.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".