Perché il mio Ficus Bonsai è pieno di Foglie gialle e macchiate? Ecco gli errori che molti ignorano

Il ficus Ginseng è la pianta perfetta per chi vuole avvicinarsi all’arte del bonsai ma teme di essere ancora inesperto per potersi cimentare.

È il bonsai perfetto per i principianti poiché cresce velocemente, non è esigente e richiede pochissime attenzioni.

La sua caratteristica principale è dovuta al suo tronco dalla forma irregolare e tuberosa e le sue bellissime foglie ornamentali.

Proprio le foglie potrebbero improvvisamente ingiallire e destare preoccupazione in chi si appresta alla coltivazione del ficus ginseng. Se è così resistente, cosa può averle causate?

Vediamo insieme perché il tuo ficus bonsai ha le foglie gialle o macchiate.

Troppa luce

Il ficus bonsai gode di una luce intensa. Ama anche stare all’aperto durante i mesi estivi ma attenzione ad esporlo alla luce diretta.

Il suo posto ideale è su un davanzale, vicino una finestra esposta a sud. Assicurati che vi sia una tenda filtrante o la luce diretta potrebbe bruciare le foglie e renderle gialle o macchiate.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Controlla che non vi siano parassiti

Il ficus bonsai può essere attaccato da diversi parassiti ben noti. Sono per lo più cocciniglie, acari e afidi a prendere di mira la tua pianta.

Controlla le foglie una ad una, soprattutto sulla superfice inferiore.

Puoi utilizzare un panno morbido bagnato con dell’alcol per pulire e disinfettare le foglie. Se l’infestazione diventa cronica utilizza uno spray fai da te apposito o un insetticida da banco che possa debellare l’infestazione.

Controlla le radici

Un ingiallimento fogliare può essere causato anche dalla presenza di radici marce. Il marciume radicale è tipico di terricci poco drenati dove vi sono importanti ristagni d’acqua.

L’irrigazione dovrebbe essere fatta quando il terreno è asciutto. Usa la punta delle dita per testare il terreno e capire se il tuo ficus bonsai ha bisogno di acqua prima di innaffiarlo di nuovo.

Se dovessi accorgerti della presenza di radici marce, che hanno il tipico aspetto marrone e maleodorante, tagliale via, con cesoie ben disinfettate e rinvasa la tua pianta con la giusta miscela drenante.

L’ambiente è troppo secco

Il ficus bonsai ama ambienti particolarmente umidi. Queste piante crescono naturalmente in condizioni piovose, simili a quelle della giungla.

Un fogliame ingiallito può voler dire che il tuo ambiente domestico è troppo secco per il tuo ficus bonsai.

Dovrai trovare un posto per il tuo bonsai che sia più umido. I bagni e le cucine sono naturalmente più umidi di altre stanze della casa.

Durante la stagione più calda, di tanto in tanto, almeno una volta al giorno, potresti nebulizzare il fogliame con uno spruzzino per incrementare l’umidità.

Se si trova su un davanzale particolarmente soleggiato, la luce diretta non solo brucia le foglie ma può abbassare drasticamente il tasso di umidità.

Allo stesso modo anche termosifoni o condizionatori: tienilo lontano da questi dispositivi che contribuiscono a seccare l’aria del tuo appartamento in modo drastico.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.