Ecco alcuni Modi Semplici per Proteggere le tue piante da parassiti e malattie

Ci sono diversi modi per proteggere le tue piante da malattie o parassiti, e altrettanti modi per prevenire eventuali infezioni che possono metter in serio pericolo ogni genere di pianta.

Conoscere il modo semplice per protegger una pianta ti da la possibilità di non incorrere in situazioni che magari da principiante non è per nulla facile gestire, soprattutto quando si tratta di parassiti o infezioni fungine.

Questo vale anche per i più esperti e la formula “prevenire è meglio che curare” può essere un buon mantra per la cura di tutte le tue piante.

Vediamo insieme alcuni semplici modi per proteggere le tue piante da parassiti o malattie.

Evita di affollare vasi o aiuole

Se coltivi piante in vaso, in balcone o in casa, è sempre bene dare a ciascuna pianta il giusto spazio.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Questo non solo per quanto riguarda l’apparato radicale, ma anche per la chioma, soprattutto se si tratta di una pianta dalla grande e folta chioma e dalla crescita rapida, strisciante e infestante.

Anche nel caso delle piante in giardino, lascia tra una pianta e l’altra il giusto spazio, soprattutto quelle piantate in aiuole a ridosso delle pareti del tuo giardino.

È fondamentale che gli spazi siano arieggiati e che ciascuna pianta abbia il proprio spazio per evitare la trasmissione rapida di malattie contagiose o parassiti da una pianta all’altra.

Sfoltisci la pianta regolarmente

Devi necessariamente sfoltire le piante dalla chioma frondosa per una serie di motivi tutti legati alla protezione da malattie e parassiti.

Le chiome devono avere la possibilità di essere arieggiate e, se troppo folte, possono essere la dimora di parassiti che si riparano sotto l’ombra delle numerose foglie.

Non bagnare la chioma

Inoltre, chiome folte inumidite da getti d’acqua durante le innaffiature, possono restare umide per giorni ed essere la causa di infezioni fungine che aspettano solo un ambiente umido per proliferare.

In questo caso, quando la chioma è folta evita di bagnarla durante le innaffiature.

Puoi utilizzare molti metodi di innaffiatura diversa nel caso di piante in vaso come quello per immersione o proteggendo la chioma dall’acqua soprattutto nelle ore più fredde.

Scegli semi e piante sane

All’acquisto di semenze devi assicurarti che non siano già portatori di muffe o malattie che possono poi infettare le tue aiuole e il terriccio in comune con altre piante, soprattutto nel caso di funghi.

Nel caso dei semi, assicurati che siano duri, che abbiano la parte esterna pulita, lucida e intatta. La consistenza resistente al tatto ti permette di capirne la qualità.

Nel caso di nuove piante, già adulte, all’acquisto devi necessariamente dare un’occhiata allo stato di salute se non vuoi portare malattie o parassiti a casa.

Controlla per bene lo stato delle foglie, ispeziona sia la superfice superiore ma soprattutto quella inferiore e le insenature all’attaccatura delle foglie.

È proprio in quei punti che maggiormente si nascondono i parassiti. Se già in vaso, prova a smuovere lo strato superficiale del terriccio per scovare eventuali parassiti che si nascondono lì come limacce, bruchi, cocciniglia.

Assicurati che gli steli siano privi di afidi e che le foglie non abbiano macchie, pustole, buchi con anelli bianchi, tutti chiari segni di infezioni fungine alle radici.

Terriccio ben drenato

Qualsiasi sia la natura della pianta che stai per invasare, o interrare nel tuo giardino o nelle tue aiuole, dalle sempre un terriccio dalla composizione drenante e sarai sicuro di non aver sbagliato.

Questo perché un terriccio ben drenante evita che si formino ristagni d’acqua, la principale causa di infezioni fungine, di marciume radicale e della proliferazione di moltissimi parassiti.

Un terriccio ben drenato non può non avere componenti quali perlite, vermiculite e materiali altrettanto grossolani.

Elimina sempre le erbacce

Le erbacce che crescono sulla superficie del terriccio, quelle particolarmente infestanti, sottraggono alla pianta in questione luce, se sono alte, acqua e sostanze nutritive dal terriccio delle quali si appropriano per la propria crescita, lasciando il terriccio impoverito.

Inoltre, le erbacce infestanti sono anche la dimora di moltissime creature infestanti e parassiti succhiatori o rosicchiatori e hanno la capacità di diffondere le spore di alcune infezioni fungine.

Devi tenere sempre il terriccio pulito, estirparle facendo attenzione a non danneggiare l’apparato radicale della pianta che vuoi proteggere, poiché alcune radicano in profondità e tirandole via potresti arrecare dei danni alla pianta.

Rispetta periodi di isolamento

All’acquisto di una nuova pianta, prima di aggiungerla alle altre del balcone o del giardino, potresti tenerla isolata per qualche settimana.

Durante questo periodo di quarantena tenendo sotto controllo fogliame, terriccio e crescita, ti assicurerai di non diffondere eventuali parassiti o malattie portati dall’esterno prima di avvicinare la tua nuova pianta alle altre.

Questo è molto importante soprattutto per le piante d’appartamento, che sono protette e che si trovano in un ambiente chiuso quindi è molto più semplice che possano infettarsi.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.