Come salvare una pianta che sta morendo?

Hai visto una pianta che amavi in un vivaio. L’hai portata a casa e per mesi andava tutto bene, ma poi ha iniziato a soffrire. Cosa hai sbagliato? Sta morendo? Puoi salvarla?

Il modo migliore per mantenere una pianta felice, è portare a casa solo piante che si adattano alle condizioni che puoi offrire.

Se vivi in ​​un appartamento al piano terra con poca luce, ad esempio, non potrai avere una pianta che cresce solo con tante ore di luce solare diretta.

Scopriamo allora insieme come salvare una pianta che sta morendo!

Troppa acqua

Se una pianta sta morendo potresti aver dato troppa acqua. Se le foglie diventano gialle, il terreno è umido e vedi della muffa alla base, stai annaffiando troppo.

La soluzione è dare a queste piante un po’ di riposo dalle annaffiature, in modo che il terreno si asciughi.

Però alcune piante, come le felci, vogliono che il loro terreno sia umido per un po’. In questo caso, lascia che il terreno si asciughi un po’ e poi innaffia.

A nessuna pianta piace avere le radici zuppe d’acqua, motivo per cui il vaso ha bisogno di un buon drenaggio: dei fori sul fondo o uno strato di argilla espansa sono necessari.

Poca acqua

Un altro motivo per cui la tua pianta sta soffrendo è che stai dando poca acqua.

Se le foglie sembrano cadenti e alcune iniziano effettivamente a cadere, è un segno che la pianta non riceve abbastanza acqua.

La soluzione consiste nel bagnare completamente la zolla di terreno nel vaso e per farlo potresti usare il metodo dell’annaffiatura per immersione.

Altrimenti, versa un po’ d’acqua al centro del vaso, lascia che si assorba, poi versane ancora un po’ e continua a farlo fino a quando il terreno non assorbe più acqua.

Quantità sbagliata di luce solare

Se la tua pianta sta morendo, potrebbe dipendere dalla quantità sbagliata di luce solare.

Ad esempio, le piante che preferiscono poca luce, come le felci e la calathea, saranno bruciate da troppo sole: le foglie scolorite sono un segno.

D’altra parte, le piante che non ricevono abbastanza luce possono diventare sottili e allungate o iniziare a far cadere le foglie.

La maggior parte delle piante d’appartamento preferisce una luce da media a intensa.

Quindi una stanza luminosa ma con la luce solare filtrata da una tenda trasparente, andrà bene per la maggior parte delle piante.

Quantità sbagliate di concime

La tua pianta sta soffrendo, ma ti sei chiesto quanto concime stai dando?

Troppo concime provoca bordi marroni e secchi delle foglie e le foglie intere potrebbero diventare marroni o nere.

Ma anche dare troppo poco concime può far smettere di crescere una pianta: il fertilizzante è importante per far vivere una pianta a lungo.

In un vaso, una volta che i nutrienti del terreno sono esauriti, la pianta ha bisogno che tu dia del concime.

Vaso troppo piccolo

Anche un vaso troppo piccolo per le radici della tua pianta possono provocare la sofferenza della pianta e poi la sua morte.

Quando prendi una pianta in vivaio contenuta in un vaso di plastica troppo piccolo, rinvasala subito in un vaso di due centimetri più largo.

Parassiti

I parassiti sono una delle cause più comuni di morte di una pianta, se non te ne accorgi in tempo.

La soluzione è usare un insetticida specifico per il tipo di parassita, o in alternativa creare a casa una soluzione di acqua e sapore per il bucato.

Prima di applicare l’insetticida lava la pianta con acqua tiepida, quindi asciuga le foglie con un panno per rimuovere il maggior numero possibile di insetti o parassiti.

Continua poi, spruzzando olio di neem o sapone insetticida, facendo attenzione a raggiungere anche la parte inferiore delle foglie.

Per prevenire i parassiti, mantieni la tua pianta pulita: spolvera delicatamente le foglie e controlla regolarmente la presenza di insetti.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.