Ecco perché le foglie dell’Echeveria stanno diventando bianche e molli

L’Echeveria è una pianta grassa molto comune per via delle sue belle foglie grandi e carnose.

In più, ovviamente è molto semplice da curare e quindi si offre bene a molte condizioni di coltivazione.

Tuttavia, se ti accorgi che le foglie iniziano a diventare bianche da verdi allora devi capire se c’è qualcosa che non va.

Allora vediamo subito insieme perché le foglie dell’echeveria stanno diventando bianche e molli!

Ambiente sbagliato

La prima cosa da fare se la tua pianta di Echeveria sta soffrendo è capire se la stai coltivando in un ambiente giusto.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Anche se spesso si tende a tenere in casa le piante grasse devi sempre considerare che il loro ambiente ideale è all’esterno.

Se tieni in casa al chiuso la tua pianta grassa potrebbe mostrare segni di sofferenza come appunto cambiare colore delle foglie.

Spostala in balcone se la temperatura è mite in modo che si abitui gradualmente all’ambiente esterno.

Tieni conto però che se solo le foglie più vecchie alla base diventano molli e gialle è normale e dipende dalla crescita di nuove foglie in cima.

Troppa acqua

Quando le foglie dell’echeveria diventano bianche in genere ciò è sempre collegato anche ad un cambiamento di consistenza: diventano mollicce, quasi gelatinose.

Questo comportamento è dovuto ad un indebolimento della pianta, magari per via di una routine di annaffiatura non adatta alle sue esigenze.

Se innaffi troppo spesso la pianta grassa è probabile che le radici marciscano perché si trovano in un terreno che resta zuppo per troppo tempo.

In questo caso dovrai rinvasare per avere conferma che si tratti proprio di marciume.

Controlla le radici

Controllare le radici ti aiuta ad escludere o a confermare un determinato problema.

Alza delicatamente la pianta dal vaso e controlla il colore delle radici: se sono scure ed emanano un odore sgradevole avrai la conferma che stanno marcendo.

In questo caso dovrai eliminare tutte le parti molli e malate partendo dalla base della pianta.

Taglia il gambo marcio con delle forbici disinfettate fin dove invece ti sembra sano, usa un po’ di cannella per far cicatrizzare il taglio e rinvasa in un vaso pulito con del terreno fresco.

Dai la luce giusta

A volte tendiamo a pensare che, essendo resistenti, le piante grasse non abbiano bisogno di un luogo luminoso.

Invece dovrai assicurarti che la tua echeveria riceva la luce giusta del sole. In genere cresce bene sia con luce indiretta che con sole diretto.

Tieni sempre conto che se fai un cambio d’ambiente improvviso, ad esempio spostando la pianta dall’interno all’esterno, dovrai abituarla gradualmente al sole diretto.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.