Puoi avere Gerani dalla lunga vita se segui questi semplici consigli

Il geranio, protagonista dei nostri balconi fioriti e delle nostre terrazze ben si presta a durare per anni, passando di estate in estate, regalando fioriture coloratissime.

Tramandare le fioriture di anno in anno è senz’altro una soddisfazione unica per chi coltiva la passione per piante come i gerani e questo è possibile solo se, in ogni momento dell’anno, questa pianta riceve le cure giuste al momento giusto.

Basta soddisfare ogni suo bisogno in base al suo ciclo di vita per avere gerani duraturi per anni.

Vediamo insieme per quanti anni può durare un geranio e di che tipo di attenzioni ha bisogno per farlo durare a lungo.

Per quanti anni può vivere un geranio?

Il geranio ha un ciclo di vita che può essere limitato ad un paio di stagioni o durare anche per anni, con una discreta produzione dei fiori per i primi anni fino quando poi con l’invecchiamento, nel tempo potrebbe produrre sempre meno fiori.

La sopravvivenza del geranio dipende da diversi fattori ma soprattutto dalle cure specifiche che richiede nei vari cicli della sua vita in un anno, a seconda delle stagioni.

Generalmente un geranio riesce a sopravvivere per quattro anni ma è possibile prolungare la sua vita se puntiamo su cure specifiche da effettuare in ogni stagione dell’anno.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Cura il geranio in base alla stagione

Ogni stagione prevede specifiche cure per il tuo geranio, durante le quali ha specifiche esigenze che riguardano luce, innaffiature ed irrigazione, per non dimenticare l’altro elemento fondamentale, cioè la potatura.

Durante la fioritura

Il geranio ha una fioritura piuttosto lunga, soprattutto nelle zone in cui il clima è mite. Può cominciare a sbocciare a inizio primavera, esplodere con fioriture abbondanti per tutta l’estate e tenerle sulla chioma fino ad inizio autunno.

Durante questa fase e quindi i mesi più caldi è fondamentale che esigenze legate a nutrimento e innaffiature vengano adeguatamente soddisfatte.

Il periodo di fioritura è quello durante il quale la pianta spende la maggior parte delle sue energie, un dispendio di energia notevole.

Innaffiature costanti ma senza lasciare il terriccio zuppo consentono al geranio di idratare i tessuti vegetali e di disciogliere i nutrienti presenti nel terriccio che devono essere assorbiti dalle radici.

A proposito di nutrienti, in primavera il terriccio va nutrito con concimi equilibrati che possano dare un buon apporto di potassio e azoto, ogni quindici giorni. Puoi ricorrere anche a fertilizzanti fai da te a base di fondi di caffè.

Mantieni pulita la chioma potando via le parti secche che possono essere dimora di parassiti, tipici del periodo caldo.

Durante i mesi freddi

A partire da fine autunno la temperatura comincia a scendere e l’intensità della luce cambia totalmente.

Il geranio comincia a spogliare la sua chioma e privarsi delle fioriture e le sue esigenze cambiano.

Devi ridurre la frequenza con cui innaffi il geranio in questo periodo ed aspettare che il terriccio si sia asciugato completamente tra un’innaffiatura e l’altra.

Non bagnare mai fiori e foglie o il rischio è quello di attirare malattie fungine soprattutto se c’è poco flusso d’aria intorno alla pianta e se l’umidità permane sulla pianta per molto tempo.

Devi necessariamente spostare il tuo geranio in un luogo più luminoso, senza temere i raggi diretti visto quanto sono deboli nei mesi invernali e tenerlo al riparo dal freddo. Le gelate potrebbero seriamente danneggiarlo e compromettere la sua durata nel tempo.

A fine autunno puoi eseguire una potatura anche drastica così da prepararli per la fase dormiente e la successiva ripresa.

Con cesoie ben disinfettate e pulite puoi tagliare non solo le parti legnose ma anche un terzo della lunghezza di ciascun ramo. 

La potatura invernale ha la funzione di rinnovare completamente la chioma dei tuoi gerani a seguito della fase vegetativa durante il periodo primaverile ed estivo. 

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.