Come capire il Problema del tuo Ciclamino da un solo Sguardo?

In autunno e in inverno, le sue foglie sono verdi e rigogliose e i suoi fiori creano meravigliosi giochi di colore: si tratta del ciclamino.

Questa bulbosa è una delle piante decorative più amate nei mesi freddi: i suoi fiori sbocciano proprio quando le temperature vanno tra i 10 e i 15 °C, mentre in primavera e in estate la pianta cade in una fase di riposo vegetativo.

Non è raro, però, che anche quando dovrebbe essere nel pieno del suo splendore, questa pianta non dia il meglio di sé.

Sapevate che potete capire il suo problema da un solo sguardo? Ecco come.

Fiori

Sicuramente la parte del ciclamino che attira maggiormente lo sguardo sono i suoi bellissimi fiori.

Vediamo cosa possiamo capire semplicemente osservandoli.

Fiori flosci

Quando i fiori del ciclamino appaiono appesantiti e flosci, si nota subito in quanto pendono verso il basso insieme a tutto lo stelo.

In questi casi, il problema potrebbe essere un’eccessiva innaffiatura.

Il ciclamino, infatti, va sicuramente innaffiato regolarmente, ma senza esagerazioni. Limitatevi a bagnare il terreno quando questo appare asciutto e non più umido.

Seguendo queste semplici indicazioni, vedrete la vostra pianta tornare ad avere fiori stupendi!

Fiori che cadono

Quando notate, invece, che il ciclamino sta perdendo i suoi fiori, le cause possono essere tante.

Di solito, significa che la pianta è stata esposta a una temperatura troppo fredda (sotto i 10 °C) o troppo calda (sopra i 15 °C).

Un’altra causa può essere la luce eccessiva: la luce solare diretta, infatti, può portare alla caduta dei fiori.

Più raro, ma ugualmente pericoloso, sono gli spifferi che possono colpire la pianta facendole perdere foglie e fiori.

Infine, comune è la caduta dei fiori a causa di eccessive innaffiature.

Foglie

Anche osservando le foglie possiamo capire quello che non va nel nostro ciclamino.

Vediamo tutti i casi.

Foglie gialle

Il caso più frequente è quello delle foglie gialle.

Queste possono dipendere da una serie di fattori, in primis da un’eccessiva esposizione solare. Quando esposto alla luce solare diretta, infatti, le foglie del ciclamino è come se si bruciassero e diventano gialle o color ruggine.

Altre volte, invece, abbiamo innaffiato troppo o, al contrario, troppo poco.

Foglie con macchie scure

Sulle foglie del vostro ciclamino notate piccole macchie scure? Potrebbe trattarsi di botrite, anche conosciuta come muffa grigia

Togliete le parti della pianta che appaiono maggiormente colpite, in modo da circoscrivere l’infezione.

Poi, adoperate un prodotto specifico, di solito a base di zolfo, per combattere questa muffa.

N.B: se non agite tempestivamente le foglie possono cadere e l’infezione estendersi irreparabilmente.

Foglie con macchie chiare

Le foglie del ciclamino hanno piccole macchie bianche o chiare? Potrebbe trattarsi dell’oidio, meglio conosciuto come mal bianco.

L’oidio si manifesta proprio sotto forma di una patina bianca che ricopre le foglie e che può apparire come delle piccole macchioline.

Esistono molti prodotti specifici che possono aiutarvi a combattere questa malattia della pianta. In alternativa, potete provare a eliminarlo utilizzando dell’aceto di mele, diluendone un cucchiaino in un litro d’acqua, per poi spruzzare il composto sulle foglie attraverso un vaporizzatore.

Bulbo

Dopo fiori e foglie, l’altro “elemento” che contraddistingue il ciclamino è il suo bulbo.

Questo è interrato: di conseguenza, non potete certo valutarne lo stato con un rapido sguardo.

Quando la situazione si fa critica, e foglie e fiori appaiono ormai in pessimo stato, potete dissotterrarlo per valutarne lo stato di salute.

Se il bulbo appare scuro e molle, potrebbe essere in fase di marcescenza. Purtroppo, quando il marciume è particolarmente esteso, non potete fare molto per salvare il vostro ciclamino.

Se, invece, il bulbo ha appena iniziato a marcire, potete provare ad arrestare il processo di marcescenza sospendendo temporaneamente ogni innaffiatura e mettendo il ciclamino in un luogo caldo e secco.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".