Se hai un’Orchidea sfiorita rinvasala quando presenta questi segni

Un’orchidea in fiore è molto delicata, sia i fiori che i boccioli sono suscettibili a qualsiasi tipo di stress, che sia un getto d’aria fredda o un rinvaso non necessario.

Per questi motivi l’ideale per le orchidee è rinvasarle quando appaiono sfiorite, in questa fase sono meno delicate e puoi procedere al rinvaso con più tranquillità.

Ma non sempre va rinvasata un’orchidea che appare sfiorita, talvolta continua a crescere con radici, fusto e foglie sane e dunque puoi lasciarla tranquilla.

A tal proposito, ci sono alcuni segni di cui dovrai tener conto per capire se è il caso di rinvasare l’orchidea.

Scopriamoli insieme!

Se noti radici malate

Se noti radici malate attraverso il vaso trasparente dovrai indagare più a fondo per andare alla radice (letteralmente!) del problema.

Se le radici iniziano ad essere scure, svuotate e maleodoranti vuol dire che stanno marcendo e se non agisci subito, la malattia continuerà a diffondersi in ogni tessuto della pianta, finché non prenderà completamente l’orchidea.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Rinvasa in un vaso pulito con della corteccia nuova, la corteccia in cui erano coltivate le radici marce va completamente smaltita poiché risulta infetta; per il vaso puoi usare lo stesso ma dovrai disinfettarlo con una soluzione di acqua e qualche goccia di candeggina.

Se il fusto si scurisce

Se noti che l’orchidea sfiorita ha il fusto centrale da cui nascono le foglie che appare più scuro del normale, dovrai capire se si tratta di marciume del colletto.

Anche in questo caso dovrai rinvasare per capire la gravità del problema, ma considera che è più difficile salvare un’orchidea il cui fusto ha iniziato a marcire.

Se non ha più spazio nel vaso

Se le radici sono cresciute in modo vigoroso e hanno preso tutto lo spazio nel vaso, allora è ora di rinvasare.

Scegli un vaso più grande di almeno 2 cm e usa del bark (la corteccia per intenderci) fresco riempiendo il fondo prima di ancorare le radici nel nuovo vaso.

Se non sai come fare per riposizionare l’orchidea nel vaso allora ci sono alcuni passaggi che vorrai seguire.

Se non è stabile

Un altro segno indicatore della necessità del rinvaso della tua orchidea sfiorita riguarda la stabilità della pianta nel vaso.

Le foglie continuano a crescere dal centro del fusto e quando l’orchidea ha parecchi anni, le foglie iniziano a diventare troppe e pesanti e il loro peso fa sbilanciare la pianta che inizia a pendere da un solo lato.

In quel caso dovrai rinvasare l’orchidea sfiorita e posizionarla di nuovo al centro del vaso aiutandoti con la corteccia a rendere tutto più saldo.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.