Il Basilico sta meglio all’interno o all’esterno? Ecco la Guida perfetta

Il basilico è un’erba aromatica culinaria indispensabile per i nostri piatti mediterranei. È più comunemente servito fresco, poiché la cottura distrugge rapidamente il sapore forte e profumato dell’erba.

Proprio perché serve averne sempre a disposizione da fresco, è utile capire come coltivarlo sia in casa che all’esterno.

Se tieni conto di entrambi gli ambienti di coltivazione, potrai coltivare il basilico anche quando fa freddo.

Vediamo allora insieme se il basilico sta meglio all’interno o all’esterno!

Quando piantare il basilico

Un’erba aromatica estiva, il basilico prospera quando ci sono le temperature calde.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Se stai coltivando il basilico da seme, puoi avviarlo al chiuso se fuori le temperature di inizio primavera ancora non permettono una corretta germinazione.

Pianta i semi qualche settimana prima dell’inizio della primavera, in modo che siano pronti per germinare non appena arriva il caldo.

In alternativa, se le temperature sono già pienamente primaverili puoi provvedere a piantare i semi all’esterno.

Come coltivare il basilico in casa

Come con molte altre erbe aromatiche, il basilico è un vero amante del sole: dagli una luce brillante ogni giorno e crescerà sano e rigoglioso.

La coltivazione del basilico in casa non è la situazione ottimale per la crescita di questa pianta, tuttavia ci sono delle condizioni in cui è la scelta migliore.

Soprattutto se vuoi mantenere la tua pianta di basilico in vita nei mesi freddi, dovrai considerare necessariamente la coltivazione in casa.

Tieni la pianta vicino a una finestra al caldo che riceva molta luce solare, per evitare che il basilico soffra della mancanza di luce.

In alternativa, il basilico cresce bene sotto le luci artificiali per la coltivazione, quindi hai l’opportunità di aumentare il tuo raccolto e coltivare abbastanza basilico per mantenere la tua cucina rifornita durante tutto l’anno.

In casa il terreno si asciugherà più lentamente poiché non ci sono correnti d’aria, dunque dovrai innaffiare meno frequentemente: fallo quando grazie al test del dito indice capisci che il terreno è quasi asciutto.

Come coltivare il basilico all’aperto

Per coltivare il basilico all’aperto devi assicurarti che sia arrivata la bella stagione: il basilico tollera una temperatura di 20º durante il giorno e non meno di 10º di notte.

Dovrai iniziare i semi in casa circa un mese prima dell’ultima gelata primaverile, quindi spostare le piantine all’esterno quando sono pronte.

Il basilico cresce bene all’aperto nel terreno, in un vaso o in una aiuola rialzata, preferisce un terreno umido e drenante.

Scegli una posizione che riceva 6-8 ore di piena luce solare ogni giorno. All’aperto e in primavera/estate il terreno si asciugherà molto più rapidamente, dunque dovrai fare attenzione al livello di umidità del terreno quasi tutti i giorni.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.