Tutto quanto c’è da sapere per avere un Cactus di Natale in Piena Forma

Fioriture abbondanti e appariscenti, è questo ciò che garantisce il cactus di Natale quando è al massimo della sua forma.

Per ottenere ciò è necessario conoscere delle esigenze specifiche da soddisfare, che possano essere semplici da mettere in atto e funzionali per il nostro cactus.

Di per sé non richiede particolari attenzioni ma conoscere ciò di cui ha bisogno ti assicurerà non solo una pianta in buona salute ma al meglio della sua forma e per meglio intendiamo fioriture vivaci.

Vediamo insieme quanto c’è di essenziale da sapere per avere un Cactus di Natale in piena forma.

Terriccio ben drenato

Anche se si tratta di una pianta grassa, il cactus di Natale ha un comportamento anomalo in fatto di innaffiature desiderando un terriccio umido.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Questo vuol dire che il terriccio non deve mai essere zuppo anche se umido e per ottenere questo deve essere ben drenato.

Puoi creare la miscela perfetta per il tuo cactus aggiungendo al terriccio torba macinata, compost, perlite.

Concima in modo adeguato

Puoi supportare la crescita sana del tuo cactus di Natale effettuando una concimazione a regola d’arte, nutrendo il terriccio costantemente.

Scegli un concime che abbia uguali quantità di azoto, fosforo e potassio.

Da aprile a ottobre, dovresti concimare il tuo cactus ogni tre settimane. Durante il periodo di fioritura interrompi la concimazione o i fiori potrebbero cominciare a cadere.

Il tuo cactus ha bisogno inoltre di magnesio. Aggiungi i Sali di Epsom ogni altra volta che innaffi.

Gioca con luce e buio

Il periodo invernale vede il tuo cactus pieno di fiori ma per assicurarti fioriture abbondanti è necessario che gli venga garantita non solo la giusta quantità di luce, ma ancora più importante in questo caso sono le giuste ore di buio.

Il cactus di Natale necessita di almeno 12 ore di buio ininterrotto, a partire dal mese di settembre per almeno 8 settimane.

Se lo tieni in casa, la luce artificiale è considerata pur sempre luce e non va bene se stai alternando luce e buio.

Assicurati che al mattino possa avere le giuste ore di luce, poi sposta la pianta in un luogo totalmente buio.

L’ambiente giusto è tutto

Assicurati di dargli una temperatura che non superi mai i 15 gradi. I luoghi freschi sono ben apprezzati, soprattutto nelle ore notturne.

È proprio nelle ore notturne che dovrai curarne maggiormente l’ambiente e quindi la temperatura almeno per i mesi di settembre e ottobre.

Tienilo lontano da zone particolarmente arieggiate con dannose correnti d’aria e nei mesi più freddi assicurati di non posizionarlo nei pressi di termosifoni o condizionatori. Lì l’aria è troppo secca.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.