La Calluna predilige una coltivazione in vaso oppure in giardino?

Cedere al fascino dei colori autunnali della calluna non è poi così difficile, soprattutto visto quanto la sua fioritura colora le grige giornate autunnali e invernali.

Ma sai qual è il posto prediletto per coltivarla? In realtà si tratta di una pianta che ben si presta sia alla coltivazione in giardino che per quella in vaso ma ciascuna di queste scelte necessita di attenzioni.

È proprio in base alla scelta di coltivarla in giardino o in vaso che dovrai darle cure specifiche. Ti spiego quali per averla sempre bella.

Se la coltivi in vaso

La calluna non disdegna la coltivazione in vaso visto che il suo apparato radicale non si espande molto e quindi riesce a stare in uno spazio contenuto, senza che la pianta ne risenta.

È per questo che è facile tenerla anche in balcone ma se coltivata in vaso devi prestare attenzione alla sua posizione, alla composizione del terriccio e alle innaffiature.

Tieni il vaso in un luogo fresco

Se vivi nelle zone settentrionali, assicurale un’esposizione soleggiata, anche alla luce diretta.

Tutt’altro invece per le zone a sud, dove anche durante l’autunno possono esserci delle giornate in cui il sole è troppo caldo e la sua fioritura potrebbe restarne danneggiata.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Dalle un terriccio drenante

Ci avviamo verso un periodo, quello autunnale e poi invernale, durante il quale il terriccio fatica ad asciugarsi.

Se non composto da corretti materiali drenanti, il terriccio potrebbe far marcire la pianta.

Perlite ed argilla espansa non devono di certo mancare se la coltivi in vaso, di modo da tenere il terriccio arieggiato, leggero e umido quanto basta ma mai zuppo.

Attenzione all’acqua calcarea

L’acqua che comunemente usiamo potrebbe essere troppo dura e piena di calcare.

Questo tende a rendere il terriccio più basico, mentre la calluna predilige un terriccio acido per poter prosperare.

Utilizza acqua distillata o piovana visto che non sopporta affatto il calcare.

Se la coltivi in piena terra

Coltivare la calluna in piena terra è semplice ma questa condizione le consente di essere preda di alcuni fattori ai quali dobbiamo necessariamente prestare attenzione se vogliamo averla sempre bella e sana.

Assicurati di piantarla in un luogo riparato

Non lasciarla in balia delle intemperie o di correnti troppo fredde: anche se si tratta di una pianta a fioritura autunnale va protetta.

Se le piogge cominciano ad intensificarsi non lasciarla bagnare troppo spesso e rendi il substrato tanto drenante. Sul fondo prima di piantarla lascia uno strato di argilla espansa dopo aver fatto la buca che serve.

Se la tieni in aiuola, a ridosso del muro sta più protetta dalle correnti fredde.

Proteggi le radici dal freddo

Se coltivata in piena terra le radici della calluna potrebbero soffrire per il gelo con il passare delle settimane.

In questo caso puoi rimedire effettuando una buona pacciamatura, che possa fungere da isolante così che le radici non possano gelare.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.