Per avere un Cactus di Natale pieno di fiori segui questi 4 preziosi consigli

Il cactus di Natale, denominato in questo modo per le sue splendide fioriture rosse che ricoprono le foglie carnose proprio durante il periodo natalizio, ha bisogno di una leggera spintarella, soprattutto se si tratta un esemplare giovane, per la fioritura.

Nei mesi che seguono l’estate, a partire da settembre, il periodo di ripresa vegetativa, potrai incoraggiarne la fioritura tenendo presente tre condizioni essenziali che potrai manipolare a tuo piacimento proprio per averlo pieno di fiori nel periodo natalizio.

Vediamo insieme cosa fare nello specifico: nulla di complicato ma che potrà garantirti una fioritura esplosiva.

L’ambiente è quello giusto?

A seguito della fase dormiente, quella estiva, il cactus di Natale si prepara per la ripresa. È a partire da settembre che devi agire e predisporre il giusto ambiente. Il cactus di Natale ha bisogno in questa fase di un ambiente quanto più fresco possibile.

Assicurati di dargli una temperatura che non superi mai i 15 gradi. I luoghi freschi sono ben apprezzati, soprattutto nelle ore notturne. È proprio nelle ore notturne che dovrai curarne maggiormente l’ambiente e quindi la temperatura almeno fino ad ottobre.

Tienilo lontano da zone particolarmente arieggiate con dannose correnti d’aria e nei mesi più freddi assicurati di non posizionarlo nei pressi di termosifoni o condizionatori. Lì l’aria è troppo secca.

Non esagerare con le innaffiature

Il cactus di Natale ha bisogno di mantenere un terriccio umido ma mai zuppo. Nonostante abbia le caratteristiche, verificabili dal suo fogliame, di una pianta grassa, nel periodo a partire da settembre ha bisogno di innaffiature ridotte.

Il momento giusto potrebbe essere soprattutto quando, dopo aver verificato con le dita, le condizioni dei primi centimetri del terriccio risultino asciutte e secche.

Non avere un programma prestabilito ma innaffia il tuo cactus al bisogno, per assicurarti di ridurre le innaffiature così da stimolare la fioritura.

Giusto equilibrio tra luce e buio

Affinché sia pieno di fiori nel periodo invernale, il cactus di Natale ha bisogno che gli vengano garantite non solo la giusta quantità di luce, ma ancora più importante in questo caso sono le giuste ore di buio.

Il cactus di Natale necessita di almeno 12 ore di buio ininterrotto, a partire dal mese di settembre per almeno otto settimane.

Anche la luce artificiale è considerata pur sempre luce e di certo non garantisce le ore ininterrotte di buio al nostro cactus.

Per questo motivo devi assicurarti che possa assorbire al mattino le giuste ore di luce indiretta ma provvedi a spostare la pianta in un luogo totalmente buio.

Puoi spostare il tuo cactus in uno sgabuzzino o in un luogo totalmente buio, in modo ininterrotto, dalle 19 alle 8 del giorno successivo: in questo modo creerai un buon intervallo.

Occhio alla potatura

Il cactus di Natale non necessita di potature. Potrai effettuarle unicamente per modellarlo ma in questo modo potresti tagliare via rami già predisposti alla fioritura se la effettuerai nel momento sbagliato e ti priverai dei rami pendenti.

Se proprio devi potarlo, puoi intervenire subito dopo la fase di fioritura, quindi verso marzo.

Tuttavia, potresti ritrovarti con nuove fioriture poiché spesso il cactus di Natale tende a fiorire più volte, soprattutto nei mesi più freddi.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.