Tenere il Ciclamino fuori a Dicembre potrebbe essere un errore ma ecco 4+1 consigli per risolvere

La pianta dei mesi freddi per antonomasia: è il ciclamino, la pianta ornamentale più comune in questo periodo.

Bulbosa annuale, il ciclamino è famoso per le sue fioriture che coincidono con i mesi autunnali e invernali.

I fiori sbocciano, infatti, quando la temperatura oscilla intorno ai 13 °C e sono generalmente di colore bianco, rosso o rosa, con petali dall’inconfondibile forma.

Ma come fare per averne cura nel mese di dicembre, sospeso tra autunno e inverno?

Vediamolo insieme, scoprendo quali sono i comportamenti da seguire per avere un ciclamino sempre in salute e rigoglioso.

Tenetelo in casa

Se non l’avete già fatto, portate il ciclamino in casa. Mentre nei primi mesi autunnali, infatti, è possibile tenerlo anche all’esterno, con l’arrivo di dicembre e del freddo intenso, la pianta va portata al riparo.

Questa pianta ama il fresco, non il freddo: non sopporta una temperatura inferiore ai 5 °C e smette di fiorire sotto i 10 °C. Ecco perché è importante metterla in casa, in una stanza ampia e dove l’ambiente non sia eccessivamente riscaldato.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Fondamentale è anche tenerla lontana da fonti di calore artificiale come camini, stufe e termosifoni.

Bagnatelo poco

Acqua sì, ma non troppa!

Ricordate che, col freddo di dicembre, il tasso di evaporazione è bassissimo e il rischio dei ristagni idrici aumenta.

Bagnate il terreno solo quando questo risulta duro e secco al tatto.

N.B: quando innaffiate, ricordate di utilizzare acqua tiepida. Usare l’acqua fredda, infatti, potrebbe danneggiare irrimediabilmente le radici.

Inoltre, fate attenzione a non bagnare fiori e foglie della pianta, ma solo il terriccio. In caso contrario, potreste favorire l’innalzamento dell’umidità e il diffondersi di infezioni o muffe.

Arricchite il terreno

Tenere il terreno sempre in salute e ricco di sostanze nutritive è essenziale soprattutto a dicembre quando, il passaggio da autunno a inverno, potrebbe mettere la pianta sotto stress.

Alcuni vivaisti suggeriscono di arricchire il terreno con della lettiera di foglie. Mettere sul terreno uno strato di foglie e rametti autunnali, infatti, donerebbe al terreno un importante quantitativo di carbonio che aiuta il ciclamino a mantenersi in salute e più profumato che mai!

Curate la chioma

L’attenzione alla chioma del ciclamino, soprattutto a dicembre, è fondamentale.

L’abbassarsi delle temperature, la diminuzione delle ore di luce, un’aria tendenzialmente più secca: sono tutti fattori che possono incidere sullo stato di salute di questa pianta.

Dunque, è importante osservare foglie e fiori per valutarne costantemente lo stato di salute.

Inoltre, non appena foglie e fiori seccano, questi vanno staccati dalla pianta. Questa piccola operazione di potatura va fatta per evitare che i fiori o le foglie secche marciscano e favoriscano il diffondersi di infezioni al resto della pianta.

Attenzione: se notate particolari problemi alle foglie o ai fiori, potrebbe trattarsi di una malattia o di un’infestazione parassitaria. Per risolvere al meglio, potete chiedere un aiuto al vostro fioraio o giardiniere di fiducia.

Proteggete dal vento dicembrino

Il vento di dicembre, soprattutto in zone dove le temperature sono più rigide, può essere freddo e tagliente, di certo non un toccasana per il ciclamino!

Anche se tenete la pianta in casa, il vento potrebbe colpirla comunque quando tenete le finestre aperte oppure attraverso gli spifferi che passano sotto le porte o le finestre.

Fate massima attenzione: il vento freddo e improvviso può far cadere i boccioli del ciclamino e indebolire le sue foglie.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".