Cosa devi fare se il tuo Ciclamino ha foglie e fiori secchi

Osservarla dà un tocco di colore anche all’inverno più freddo: parliamo del Ciclamino.

Questa pianta è celebre in quanto fiorisce proprio nei mesi autunnali e invernali, arricchendosi di petali rossi, rosa o bianchi, tanto delicati quanto ammalianti.

In autunno e in inverno, il ciclamino è in piena attività vegetativa, quindi si arricchisce di nuove foglie e, alle giuste condizioni, di bellissimi fiori. Solo in tarda primavera e in estate, invece, è in fase di riposo vegetativo perdendo tutti i fiori e spesso anche le foglie.

Ma cosa fare quando tutta la sua parte aerea, ossia foglie, fiori e steli diventa secca? Scopriamolo insieme.

Esamina la pianta

La prima cosa da fare è esaminare con attenzione e cura la pianta, in modo da provare a comprendere se il suo problema debba essere risolto con l’aiuto di un professionista o di un prodotto specifico.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Innanzitutto verifica che sulle foglie rimaste, anche quelle secche, non ci siano parassiti. Si tratta di un’ipotesi molto rara nei mesi freddi, ma comunque da non escludere (anche perché sul ciclamino sono particolarmente comuni alcune tipologie di parassiti) e, nel qual caso, devi risolvere utilizzando un prodotto specifico per allontanare questi sgraditi ospiti.

Dopodiché controlla che non abbia parti marce, riconoscibili dal colore nero e dalla consistenza molle. In tal caso ti consigliamo di consultare un professionista per provare a recuperare il ciclamino prima che sia troppo tardi.

Elimina le parti irrecuperabili

Tutte le parti ormai completamente rinsecchite devono essere rimosse: il rischio è, infatti, quello che eventuali infezioni o malattie si diffondano con rapidità al resto della pianta.

Devi rimuovere queste parti utilizzando delle cesoie ben sterilizzate.

Innaffialo dal basso

Un’altra probabile causa che ha portato il tuo ciclamino a seccarsi nella sua parte aerea è una carenza di acqua.

In generale, in autunno e in inverno, quasi tutte le piante vanno innaffiate di meno in quanto l’assorbimento di acqua è più lento. Anche nel caso del ciclamino non bisogna esagerare, ma nemmeno essere troppo parsimoniosi!

Se il tuo ciclamino è quasi del tutto secco, prova a recuperarlo innaffiandolo abbondantemente ogni 4-5 giorni finché non lo vedi riprendersi. Un buon modo per innaffiare questa pianta è dal basso, mettendola in una bacinella o un lavandino riempiti con 5-6 cm d’acqua e tenendola così per 10 minuti in modo che si disseti attraverso i fori di drenaggio alla base del suo vaso.

Spostalo in casa

Quando il tuo ciclamino rinsecchisce quasi completamente, una delle cause principali è legata all’esposizione ambientale.

Probabilmente hai tenuto per troppo tempo il tuo ciclamino nel luogo sbagliato senza rendertene conto. Spostalo in casa, in una stanza dove le temperature si aggirino intorno ai 15 °C e in una posizione dove riceva un quantitativo sufficiente di luce solare indiretta.

Fai particolare attenzione a non tenere il ciclamino troppo vicino a termosifoni, stufe o camini: sappiamo che, nel periodo invernale, la loro accensione è essenziale per il benessere di tutta la tua famiglia, ma fai solamente attenzione a non riscaldare troppo la stanza dove tieni il tuo delicato ciclamino.

Rinvasalo

Se vuoi provare a salvare un ciclamino con tutta la parte aerea secca che ti appare irrecuperabile, prova a rinvasare la pianta. Spesso, infatti, il terriccio può essere esausto e, quindi, non più adatto a ospitare la pianta.

Utilizza un terreno leggero, ben drenante, ricco di sostanze nutritive e leggermente acido: è la formula giusta per garantire al tuo ciclamino una veloce ed efficace ripresa.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".