Quante volte si annaffia l’edera?

L’edera inglese (Hedera helix) è un’ottima pianta per la tua casa se desideri una pianta che richieda poche cure e che sia anche decorativa.

Una volta trovata la posizione giusta per la tua edera da interno, crescerà senza sforzo con una buona luce e la giusta quantità d’acqua.

L’edera è una pianta rampicante che cresce molto velocemente se la curi nel modo giusto.

Scopriamo insieme quante volte si innaffia l’edera!

Di quanta acqua ha bisogno

È importante sapere quando e quanto innaffiare la tua edera.

Spesso pensiamo che essendo una pianta resistente non ha bisogno di cure e invece la giusta quantità d’acqua fa la differenza.

Controlla sempre il terreno per capire quanto è umido prima di aggiungere altra acqua.

Usa il dito per testare i primi centimetri del terreno: se i primi due centimetri sono asciutti, l’edera ha bisogno di acqua.

Aggiungi l’acqua versandola sul terreno e utilizza acqua che sia almeno a temperatura ambiente.

Se innaffi correttamente la tua edera, aiuterai anche a scoraggiare l’invasione degli acari, un nemico dell’edera inglese.

L’edera preferisce una temperatura dell’ambiente compresa tra i 10 e i 20 gradi centigradi: temperature più calde possono richiedere annaffiature più frequenti per mantenere il terreno umido.

Attenzione sempre a non lasciare che il terreno diventi troppo zuppo d’acqua.

La luce solare influenza l’annaffiatura

Anche la luce del sole che riceve la pianta influenza la quantità d’acqua di cui ha bisogno la tua edera.

Se esponi la pianta per 6 ore di sole al giorno, ad esempio, il terreno si asciugherà prima rispetto ad una pianta che viene esposta alla luce solare per 3 ore.

Posiziona la pianta dove riceverà luce solare intensa, ma non diretta.

Se la tua edera ha foglie variegate, è probabile che inizino a diventare prevalentemente verdi quando la pianta non riceve abbastanza luce.

Dovrai fornire più sole affinché le foglie di edera rimangano variegate. Le foglie cresceranno verso il sole e il vaso deve essere ruotato di tanto in tanto per evitare un aspetto non uniforme della pianta.

Importanza del terreno giusto

Il terriccio comune per piante d’appartamento funziona bene per l’edera.

Il terreno ideale dovrebbe sia trattenere l’acqua, sia drenare bene l’acqua di troppo.

La miscela di terreno puoi crearla da solo unendo parti uguali di terreno comune, sabbia grossolana, torba e una piccola quantità di perlite.

Il terreno è importante per le annaffiature perché se l’edera è piantata in un terreno troppo pesante e compatto, avrà bisogno di poca acqua o rischi di far ammalare la pianta di marciume radicale.

Evita di far seccare la pianta

Se dimentichi di innaffiare l’edera per troppo tempo, la pianta può seccarsi, ma il terreno si secca più velocemente anche a causa di altri fattori.

Ad esempio, si secca più rapidamente se posizioni l’edera dove riceve una corrente d’aria troppo forte.

Evita allora di esporla troppo al vento e tienila lontana dalle prese d’aria del riscaldamento che causeranno foglie secche.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.