Come riprodurre le rose con il metodo della patata

Non c’è pianta più romantica della rosa. Con le sue foglie e i suoi meravigliosi fiori, la rosa rende ogni giardino unico

Ma come fare per riprodurre o moltiplicare questa pianta?

Esistono diversi metodi, ma uno abbastanza curioso ed efficace è quello della patata.

Ebbene sì, perché per moltiplicare la rosa avrete bisogno solo di una patata e un po’ di pazienza. Scopriamo insieme come fare.

Tagliate delle talee

Innanzitutto dovete ricavarvi delle talee dalla vostra pianta di rose.

Prendete talee che abbiano una lunghezza di 15-20 cm.

Fondamentale è che ricaviate le talee da una pianta di rose che sia matura e che, in passato, sia già fiorita.

Per tagliare, utilizzate delle cesoie facendo un taglio netto e leggermente obliquo. Ovviamente, prima di utilizzare i vostri attrezzi, sterilizzateli, usando dell’alcol denaturato.

Dopo aver tagliato le talee, mettetele temporaneamente in un bicchiere o un vaso con pochi centimetri d’acqua per evitare che deperisca.

Mettetele nelle patate

A questo punto, prendete delle patate.

Ogni varietà andrà bene, ma scegliete sempre patate piuttosto fresche e che non presentino muffe o parti troppo scure.

Al centro della patata, fate un buco sottile e profondo circa 2 cm, aiutandovi con una matita.

Ora, immergete l’estremità della talea in un composto ormonale radicante. In alternativa, potete immergerle in un po’ di cannella che ha proprietà stimolanti.

Poi, proprio nel buco, infilate la talea, dalla parte del taglio.

Piantate le patate

Il vostro lavoro non è finito! Prendete dei vasi, abbastanza grandi, pieni di terriccio universale.

Al centro, piantate la patata, lasciando parte dell’estremità superiore fuori dal terreno e tenendo la talea che sporge verso l’alto.

Per facilitare la crescita delle radici e lo sviluppo della piantina, potete mettere una busta di plastica sulla pianta in modo da trattenere l’umidità e il calore.

Un volta al giorno, però, dovete rimuovere la busta per permettere alla piantina di respirare.

Attenzione: in molti suggeriscono di limitarsi a mettere le talee nelle patate senza piantare queste ultime. In realtà, questo metodo sembra funzionare molto raramente.

Attendete lo sviluppo delle piantine

A questo punto, dovete solo attendere lo sviluppo delle piantine.

Di solito, occorrono alcune settimane perché le radici si sviluppino pienamente: grazie alla patata, queste troveranno una grande fonte di nutrimento e si svilupperanno forti e sane.

Per facilitare la crescita dovete tenere il vaso in un luogo caldo (sopra i 20 °C) e luminoso, anche se dovreste evitare la luce diretta del sole.

Inoltre, dovete mantenere il terriccio sempre umido, innaffiando con regolarità ma senza esagerare.

Evitate assolutamente i ristagni d’acqua. Fondamentale è svuotare frequentemente l’acqua che si accumula nei sottovasi.

La vostra nuova pianta è pronta

Una volta sviluppatesi le radici, la vostra talea è diventate una vera e propria pianta di rose.

A questo punto, potete trapiantarla in giardino o lasciarla in vaso, purché questo sia di dimensioni adeguate.

Attenzione: non tutte le varietà di rose possono essere propagate per talea.

Molte varietà ibride, infatti, tendono a sviluppare radici troppo deboli e non diventano mai vere e proprie nuove piantine. Prima di procedere è sempre opportuno chiedere consiglio al vostro giardiniere di fiducia.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".