Come moltiplicare la strelitzia

La strelitzia è una pianta molto popolare che viene coltivata sia all’esterno che come pianta d’appartamento.

Possono crescere all’aperto solo nelle zone in cui le temperature sono calde e in inverno non c’è pericolo di gelate.

Poiché sono piante molto belle, è utile sapere come moltiplicare la tua strelitzia, così che potrai averne altre a costo zero.

In genere la strelitzia si moltiplica sia per seme che per divisione. Vediamo allora insieme come moltiplicare la strelitzia!

Moltiplicazione per seme

Il primo metodo per moltiplicare la strelitzia è quello per seme. I semi dell’uccello del paradiso hanno le dimensioni di un pisello, sono neri e germinano meglio se sono freschi.

Hanno un caratteristico ciuffetto di peluria arancione su un lato e per questo sono inconfondibili.

I semi più vecchi sviluppano un rivestimento duro che fa sì che sia più difficile farli germogliare.

I ciuffi arancioni vengono rimossi dai semi che poi vengono messi a bagno in acqua tiepida.

In questo modo sarà più semplice grattare via il rivestimento del seme. Puoi immergere i semi in acqua tiepida fino a 36 ore, abbi cura di cambiare una volta al giorno l’acqua se li lasci immersi per più di 24 ore.

Semina

Pianta i semi ad un centimetro e mezzo circa di profondità in un terriccio comune, in alternativa aggiungi un po’ di perlite.

I semi vengono poi coperti con un sacchetto di plastica trasparente o messi sotto vetro, posizionali in un posto alla luce indiretta e tienili al caldo.

Una temperatura di 25-28 gradi è l’ideale, per questo ti consiglio di fare la semina in estate.

Se vengono mantenuti umidi, i semi degli uccelli del paradiso dovrebbero germogliare in due o tre mesi. Di solito vengono trapiantati quando hanno tre o quattro foglie.

Le piantine in genere producono fiori dopo tre o cinque anni.

Moltiplicazione per divisione

Un altro metodo di moltiplicazione della strelitzia è quello che avviene per divisione.

Una pianta matura di uccello del paradiso viene rimossa dal suo vaso tra la fine della primavera e l’inizio dell’estate, liberando dal terreno le sue radici carnose.

Ogni stelo può essere separato per dare vita ad una nuova pianta, ma ciascuno deve avere da quattro a cinque giovani germogli.

Se necessario, usa un coltello affilato o delle cesoie da giardinaggio sterilizzate per tagliare le radici aggrovigliate.

Preparare i vasi

Per moltiplicare correttamente la tua strelitzia con questo metodo, inserisci le divisioni in vasi piccoli, in questo modo crescono meglio perché le radici si sviluppano prima.

Le divisioni funzionano meglio se sono piantate nella stessa miscela di terreno e alla stessa profondità in cui sono state originariamente coltivate.

Non innaffiare le nuove divisioni per due giorni, per consentire alle radici tagliate di formare delle cicatrici protettive.

Le divisioni della pianta di strelitzia di solito producono fiori dopo uno o due anni.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.