Per scegliere la Stella di Natale e averla sempre bella e in salute devi seguire queste 4 regole d’oro

È giunto il momento di acquistare una stella di Natale e puoi ritrovarne esemplari ovunque, non solo nei vivai ma anche nei piccoli e grandi supermercati.

Tutti noi desideriamo che la nostra stella di Natale abbia un bell’aspetto e sia in salute durante tutte le feste ma spesso accade che una volta acquistata, la pianta dia subito problemi.

Sapevi che può non dipendere dalle nostre cure ma dalle condizioni della pianta prima dell’acquisto? Questa è di sicuro una notizia confortante; ma come scegliere quella giusta?

Ecco 4 semplici regole per acquistare la tua stessa di Natale in salute.

Controlla che le foglie non siano affette da parassiti

Gli acquisti in merito alle stelle di Natale vengono fatti dalla maggior parte di noi nei supermercati. I carichi dozzinali che i fornitori mettono in atto per rifornire vivai e centri commerciali, piccoli e grandi supermercati, mettono a stretto contatto tutte le piante.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Se anche solo una delle piante esposte è affetta da qualche parassita, allora in pochissimo tempo i parassiti si diffonderanno su tutte le piante.

All’acquisto della tua stella di Natale, dai un’occhiata alle foglie. Concentrati soprattutto sulla superfice inferiore: è sotto la foglia che si annidano principalmente le cocciniglie, sia quella cotonosa che quella a scudetto.

Non tralasciare le brattee, cioè le foglie rosse, e i gambi, sui quali puoi ritrovare afidi o ragnetti rossi.

Controlla che le foglie non cadano

Nella scelta della tua pianta, non è per nulla difficile costatarne la salute. Le piante parlano attraverso le foglie: è proprio dall’osservazione della foglia che riusciamo a capire se la pianta è in salute o meno.

Se già a prima vista sono cadenti verso il basso, vuol dire che la pianta che stai per acquistare è già disidratata.

Se dando un paio di colpi al vaso o scuotendo la chioma vedi cadere già le foglie, che si staccano facilmente, non è quella la pianta giusta da scegliere. Ha già qualche problema e perde facilmente le foglie.

Una volta a casa potrebbe perderle del tutto, cambiando anche ambiente.

Controlla il terriccio

Prendi quella che più ti piace tra le stelle di Natale che hai davanti e assicurati che non abbia un terriccio troppo secco o zuppo.

Puoi constatare il grado di umidità e compattezza del terriccio in modo molto veloce con le tue dita.

Non è una buona idea portare a casa una pianta con un terriccio zuppo: potrebbe essere già affetta da qualche fungo alle radici o potrebbe avere un apparato radicale già marcio vista la quantità eccessiva di acqua.

Scegline una che non sia completamente fiorita

Nella scelta della stella di Natale, d’istinto ci fiondiamo nel sollevare quella che è piena di fiori. Hai mai pensato che potrebbe essere ancora meglio se la stella di Natale fiorisse una volta a casa?

Un consiglio molto prezioso è quello di scegliere stelle di Natale che non siano già completamente fiorite, ma che abbiano una parte fiorita e una parte ancora in boccio.

Vederle sbocciare solo una volta a casa, a diversi giorni dall’acquisto, non farà altro che prolungarne la fioritura e la permanenza nel punto che più ci piace.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.