Il Concime perfetto per l’Orchidea è facile ed economico e basta un po’ di Riso!

Quando coltivi le orchidee vorresti che fossero sempre fiorite, anche se è normale che ci siano fasi in cui la pianta va in riposo e si prepara per la fioritura successiva.

Tuttavia, nonostante le cure generiche, è sempre importante apportare del concime alle nostre piante: così come noi abbiamo bisogno sia di acqua che di nutrienti, allo stesso modo le piante traggono giovamento dalla fertilizzazione.

E nel caso delle orchidee, se proprio non vuoi usare un concime specifico e già formulato per loro, puoi utilizzare ingredienti casalinghi, soprattutto quelli che si hanno sempre in dispensa.

È questo il caso del riso, vediamo allora insieme come concimare le orchidee con l’aiuto della miscela a base di riso!

Benefici del riso sull’orchidea

Il concime creato a partire da un ingrediente semplice e sempre disponibile in casa come il riso, ha degli effetti benefici sulle piante.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

In particolare, creare una miscela di acqua e riso apporta due importanti nutrienti al terreno: fosforo e potassio.

Questi due nutrienti sono fondamentali per la crescita dei fiori, per questo le piante che beneficiano maggiormente di questo tipo di concime sono le piante fiorite, in questo caso le orchidee.

Come creare il concime a base di riso

Tra tutti i concimi ricavati a partire da ingredienti semplici che abbiamo in cucina, la miscela di acqua e riso è forse quella più semplice da preparare.

Soprattutto perché, quando devi preparare delle insalate fredde, in genere si usa sciacquare il riso prima della cottura perché in questo modo i chicchi perderanno l’amido in eccesso e risulteranno meno appiccicosi.

L’acqua che avanza da questa operazione è un’acqua biancastra ricca di fosforo e potassio.

Dunque, ricapitolando: ti basterà immergere 1 o 2 pugni di riso in 2-3 bicchieri d’acqua e aspettare, mescolando di tanto in tanto, che l’acqua diventi biancastra.

A questo punto, dovrai semplicemente filtrare l’acqua ed estrarre il riso che andrai a cucinare secondo le tue esigenze.

Quando applicare la miscela di riso

Quello che otterrai è un concime liquido che applicherai ogni volta che le tue orchidee avranno bisogno d’acqua.

Mi raccomando, controlla sempre che le radici della tua orchidea siano grigiastre, solo in quel caso vuol dire che ha bisogno di essere innaffiata.

Non fare l’errore di innaffiare con acqua semplice e poi dare il concime liquido considerando le due operazioni come separate: il concime liquido ovviamente, essendo formato d’acqua, contribuisce anche all’innaffiatura.

Innaffia 1 volta ogni 15 giorni con la miscela di acqua di riso, puoi alternare cicli di innaffiatura con sola acqua all’applicazione del concime.

La fioritura delle orchidee che otterrai sarà ricca e duratura!

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.