Tutti i posti di casa da cui tenere lontana la tua Orchidea

Una pianta dalla bellezza quasi leggendaria: è l’orchidea.

Questa piantina di origini tropicali è tra le decorative più diffuse e amate. Merito della bellezza dei suoi fiori, dalla forma sinuosa e dai colori delicati, ma anche delle sue grandi foglie basali.

La varietà più comune, che solitamente troviamo al vivaio ma anche al supermercato, è la phalaenopsis, così chiamata in quanto i fiori somigliano a meravigliose falene.

Seguire le regole di coltivazione, però, a volte non è sufficiente ad assicurare benessere a questa pianta. Ci sono, infatti, dei posti e degli oggetti di casa che possono essere dannosi e da cui l’orchidea deve essere tenuta lontana.

Vediamo insieme quali sono.

Finestre non schermate

Sicuramente il pericolo maggiore da cui tenere lontane le orchidee in casa sono le finestre non schermate.

Di solito, infatti, mettiamo l’orchidea sul davanzale della finestra: un posto dove la pianta è ben in vista e vicina a una fonte di ricambio d’aria.

Quando, però, la luce solare arriva direttamente, senza alcun filtro, alla pianta, può bruciare foglie e boccioli, facendo seccare l’orchidea.

Importante è che il vetro della finestra sia opacizzato o coperto da una tendina filtrante che garantisca la presenza di luce solare indiretta. Ricordate che l’orchidea ha bisogno sempre di molta luce per crescere e mantenersi in salute.

Termosifoni

Com’è risaputo, questa pianta, essendo originaria dei Paesi tropicali, ama le temperature calde e l’alto tasso di umidità.

In molti, pensando di far bene, mettono l’orchidea vicino ai termosifoni quando fa freddo: si tratta, in verità, di un grave errore.

Il calore di origine artificiale, infatti, è dannoso per la pianta, impedendole di respirare correttamente.

N.B: tenete l’orchidea lontana non solo da termosifoni, ma anche da camini, stufe e condizionatori.

Stanze con animali

I nostri amici a quattro zampe sono sicuramente ben accetti in casa, ma non vanno molto d’accordo con le orchidee.

Attirati dai colori dei fiori, spesso, giocano con la pianta danneggiandola irrimediabilmente.

La soluzione? Vi basterà tenere l’orchidea fuori dalla portata di cani e gatti o in stanze dove questi animali non hanno accesso.

Piano cottura

La cucina è una delle stanze ideali per la nostra orchidea: qui, come in bagno, c’è un tasso di umidità naturalmente più altro rispetto alle altre stanze.

Tuttavia, la pianta va tenuta lontana dal piano cottura: i vapori sprigionati dalla cottura dei cibi, nonché le ondate di calore artificiale che vengono dai fornelli accesi, possono avvolgere l’orchidea, asfissiandola e indebolendola.

Non è raro che le orchidee collocate vicino a un piano cottura possono entrare in uno stato di sofferenza: le foglie raggrinziscono, cadono e i fiori si afflosciano e seccano.

N.B: se la vostra cucina è piccola e non avete intenzione o possibilità di spostare questa pianta in un’altra stanza, mettetela almeno vicino alla finestra e apritela quando state cucinando.

Porte vecchie

Sembra strano, eppure le porte vecchie possono danneggiare la vostra orchidea. Il motivo? Gli spifferi freddi.

Questi, infatti, possono arrivare alle foglie e ai fiori dell’orchidea, danneggiandone il benessere generale. La conseguenza più comune è la caduta prematura dei fiori: l’orchidea si spoglia, apparendo secca e morente.

Non mettete, quindi, questa pianta vicino a porte malandate o anche finestre sotto cui passino spifferi freddi.

Punti bui

In molti commettono l’errore di mettere l’orchidea in un punto buio della casa, magari durante il suo periodo di riposo vegetativo, pensando che in questa fase la pianta non abbia bisogno di luce.

In realtà, mettere l’orchidea in un punto dove la luce manca o è scarsa significa letteralmente condannarla a un inevitabile deperimento.

In qualsiasi fase del ciclo vegetativo, tenete sempre la pianta lontana da questi punti, preferendone altri più adatti.

Create l’habitat ideale

Per garantire una buona salute alla vostra orchidea dovete stare attenti a una serie di dettagli che vi permetteranno di creare l’habitat ideale.

In particolare, assicurate alla pianta una luce costante ma indiretta e un tasso di umidità ambientale abbastanza alto: si tratta dei due principali segreti per avere una pianta sempre in forma.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".