Ficus Bonsai: 3+1 errori da non fare in casa

Spesso tenuto in bella mostra come il protagonista dei nostri salotti, il ficus bonsai è tra quei bonsai più semplici da gestire se vuoi tenerlo in casa.

Ma spesso commettiamo errori grossolani senza prestar le dovute attenzioni ad una pianta resistente ma che ha le sue necessità, in un ambiente controllato come quello di casa dove la temperatura e la luce devono essere tenute ben presenti.

A tal proposito ti dico cosa non fare quando tieni in casa il ficus bonsai per evitare che possa ammalarsi e cominciare a perdere le foglioline lucide.

Non tenerlo lontano dalla luce

Il ficus bonsai ama la luce e apprezza quei posti in casa che sono particolarmente luminosi.

Devi posizionarlo in un luogo dal quale possa godere di luce brillante ma indiretta. Sfrutta una posizione ad est, da cui possa godere di raggi che anche se diretti ma delle prime ore del mattino.

Il sole diretto è in grado di bruciale le foglioline del tuo ficus ginseng. Queste si opacizzano, prendendo la loro proverbiale lucentezza.

Non tenerlo vicino a fonti di calore

In prossimità di dispositivi come i termosifoni di cui ti servi durante il periodo invernale, l’aria viene privata di tutta l’umidità e la temperatura è troppo alta.

Sarebbe meglio che lo tenessi lontano da termosifoni e da aria condizionata se vuoi tenerlo in casa.

Riparalo dagli spifferi di una finestra

Se tieni il ficus bonsai su di una finestra, assicurati che non sia quella che più spesso utilizzi per arieggiare la stanza o la pianta potrebbe mostrare segni di stress sulle foglie, che cominciano a cadere.

La stai sottoponendo a repentini sbalzi di temperatura nell’ambiente nel quale si trova.

Abbi cura di spostare la pianta prima di aprire la finestra per evitare che possa soffrire per una vertiginosa discesa della temperatura.

Non tenerlo in un ambiente secco

Sapevi che l’umidità fa in modo di far respirare bene le foglie? Il ficus bonsai richiede che si faccia attenzione al tasso di umidità del luogo nel quale si trova proprio per questo motivo.

Un ambiente umido fa aprire bene gli stomi che si dilatano per far respirare la foglia. Ci sono alcune stanze della casa che sono più umide di altre come il bagno o la cucina, spesso piene di vapori.

Puoi gestire l’umidità da conferire al ficus bonsai posizionando il vaso su un sottovaso con dei ciottoli o nebulizzare la chioma di tanto in tanto, per ottenere un ambiente alla chioma prossimo che sia maggiormente umido.


Photo Credits:

Le immagini presenti in questo articolo sono di proprietà di Meraki s.r.l.s.

Giuseppe Iozzi
Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.