Tutti i Rimedi Naturali per combattere la Mosca Bianca

Quando il periodo estivo arriva, diversi parassiti possono essere un vero incubo per le tue piante. In particolar modo la mosca bianca, meglio individuati come aleurodidi.

Questi insetti bianchi possono distruggere piante tenere o coriacee, e trasmettere malattie. Non sono facili da gestire e per debellarli si possono adottare diversi metodi, da applicare nel corso di alcune settimane.

Vediamo quali sono i principali più efficaci metodi da utilizzare.

Usa trappole cromotropiche

Per intrappolare le mosche bianche puoi usare le famose trappole cromotropiche gialle.

Si tratta di strisce di colla colorate di giallo, che prima attirano questi fastidiosi insetti, per poi imprigionarli.

Appendi queste trappole a circa 20 centimetri sopra la pianta da proteggere: se puoi, sistemale già prima di disporre le piante nel luogo prescelto.

Rimedio al peperoncino

Con l’utilizzo del peperoncino potrai avere buoni risultati nella lotta contro questi fastidiosi e pericolosi moscerini bianchi. Il peperoncino contiene la capsaicina, un potente insetticida naturale.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Sminuzza due peperoncini in 200 ml di acqua; lascia il composto al macero per almeno 24 ore. Maggiore sarà il tempo che il peperoncino sarà a macerare, maggiore sarà l’efficacia di questo composto contro i parassiti.

Nebulizza tutta la chioma finché l’infestazione non sarà debellata; utilizza questo composto anche successivamente, come repellente.

Usa il sapone molle

Il sapone biologico è un alleato ideale, un’arma naturale se non vuoi ricorrere a pesticidi chimici.

Sciogli circa 10 g di sapone di Marsiglia a scaglie in un litro d’acqua. Puoi scioglierlo a bagnomaria sul fuoco per fare prima. Con uno spruzzino nebulizza la piantina e ripeti il trattamento finché non otterrai risultati.

Olio di Neem

L’olio di Neem è un olio vegetale, ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi di Azadirachta Indica, appartenente alla famiglia delle Meliacee.

Le sue proprietà antiparassitarie, antisettiche e antifungine sono ideali per combattere i parassiti e proteggere le tue piante dalla mosca bianca.

Contiene l’Azadirachtina, un principio attivo responsabile delle proprietà antifungine e antiparassitarie. Questa componente impedisce che la muta di molti insetti parassiti vada a buon fine e quindi non ne consente l’evoluzione.

Mescola in un litro di acqua tiepida 10 ml di olio di Neem; poi spruzza il composto su ogni parte della pianta infestata. Ripeti il trattamento per diverse settimane.

Decotto a base di aglio

L’aglio contiene zolfo, una componente tossica per i parassiti e allo stesso tempo antibatterica.

Trita finemente tre o quattro spicchi d’aglio e aggiungili a due cucchiai di olio.

Lascia macerare il composto per almeno due giorni poi filtra i pezzi di aglio e allunga il macerato con almeno 500ml di acqua e aggiungi 10g di sapone biologico.

Spuzza generosamente su tutto il corpo della pianta e lascia agire. Ripeti il trattamento almeno una volta a settimana, per almeno un mese.

Rendi l’ambiente inospitale

Solitamente parassiti come la mosca bianca proliferano lì dove c’è umidità e calore.

Poiché odiano il freddo, devi arieggiare frequentemente l’ambiente nel quale si trova la pianta permettendo all’aria fredda di entrare e diffondersi.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.