Perché le foglie della Sansevieria si piegano

Talmente resistente che in molti la definiscono “pianta per pollici neri”: è la Sansevieria.

Questa pianta succulenta è famosa per le sue foglie sottili e lunghe che partono dal terreno e crescono verso l’alto. La loro forma ha dato alla pianta anche i soprannomi di pianta serpente, pianta spada e lingua di suocera.

Resistentissima, si adatta bene a quasi ogni ambiente. Tuttavia, a volte alcuni errori di coltivazione possono portarla a uno stato di sofferenza.

Molto comune, infatti, è il piegarsi delle foglie che, invece, dovrebbero essere rigide e dritte.

Vediamo quali sono le cause di questo problema e come risolvere.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Troppa acqua

L’aspetto particolare di questa pianta ci induce spesso in errore, facendoci dimenticare che si tratta di una pianta grassa.

Così, la innaffiamo come se si trattasse di una qualsiasi altra pianta.

Tuttavia, eccessive innaffiature possono danneggiare le radici, che rischiano di marcire, e fanno soffrire le foglie che tendono invece a piegarsi, curvandosi verso la punta.

Di solito, quando il problema è l’eccessiva innaffiatura, le foglie assumono anche un colore giallo.

Poca luce

Vi hanno detto che questa pianta sopravvive anche nei luoghi con poca luce? E’ vero. Tuttavia, è importante fare alcune precisazioni.

Questa pianta ha una grande resistenza che la porta ad adattarsi a quasi ogni contesto. Ecco perché è la pianta adatta a stanze scarsamente illuminate.

A volte, però, l’assenza prolungata della luce naturale indebolisce l’intera pianta.

Si tratta di un processo graduale: le foglie per prima cosa sbiadiscono, perdendo il loro colore verde intenso, poi cominciano a piegarsi.

La soluzione consiste nel mettere questa pianta in un luogo abbastanza luminoso oppure nel farle prendere periodicamente un po’ di sole.

N.B: in generale, questa ed altre piante sono adatte ai luoghi non molto luminosi.

Vaso piccolo

Non è raro dimenticarsi di tutto quello che c’è “sotto” il terreno. Parliamo delle radici che, quando la pianta cresce, crescono in maniera proporzionale, allargandosi nel terriccio.

Quando il vaso e troppo piccolo, le radici vengono “costrette” in uno spazio davvero ridotto e la Sansevieria inizia a soffrire: in questo caso, le foglie perdono la loro rigidità e si piegano.

Rimediare è molto semplice! Vi basterà rinvasare la pianta, in modo attento e preciso, in un vaso più grande.

Di solito, il rinvaso della lingua di suocera va fatto almeno una volta ogni due anni.

Parassiti

Non è molto frequente che i parassiti attacchino questa pianta: le sue foglie rigide sono abbastanza resistenti nei confronti di tutti quegli insettini che provano a bucarle per nutrirsi della linfa.

Tuttavia, soprattutto se tenuta in balcone, può capitare che i parassiti si diffondano da un’altra pianta a questa. Quando l’infestazione si diffonde, la struttura della pianta tende a “cedere” e le foglie si piegano o, addirittura, si spezzando marcendo in uno o più punti.

Controllate periodicamente le vostre piante, soffermandovi foglia per foglia. Usate, poi, un antiparassitario specifico per liberarvi di questi sgraditi ospiti oppure provate con un rimedio naturale.

In caso di difficoltà, chiedete consiglio al vostro fioraio o giardiniere di fiducia.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".